Gravidanza a 47 anni grazie all’ovodonazione: ci sono rischi?

Dottor Francesco Maria Fusi A cura di Dottor Francesco Maria Fusi Pubblicato il 05/10/2021 Aggiornato il 05/10/2021

Portare avanti una gravidanza in un'età avanzata può esporre a problematiche importanti anche se è iniziata grazie all'ovocita di donatrice.

Una domanda di: Asia
Vorrei farle una domanda, secondo lei che probabilità
c’è di avere una gravidanza e portarla a termine con ovodonazione a 47
anni? Influisce l’età sulla gestazione anche se l’ovulo è di una donna
giovane? Grazie mille in anticipo.
Cordiali saluti.

Francesco Maria Fusi
Francesco Maria Fusi

Gentile signora,
in linea di massima una gravidanza a 47 anni non è una passeggiata. Se l’ottenerla può essere facile con gli ovociti di una ragazza di 20 anni, il portarla avanti e non avere problemi non è facile. La ovodonazione aumenta i rischi di patologie placentari e di alterazioni della pressione con gestosi e preeclampsia. L’età avanzata (oltre ai 40 anni) è già di per se un fattore di rischio per patologie ipertensive, e l’associazione delle due cose porta a problemi nel 40-50% delle ovodonate sopra i 45 anni. Se dovesse decidere per una pratica del genere le suggerisco di sottoporsi prima ad un accurato check up cardiologico e diabetologico. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

 

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Problemi di linguaggio in bimbo di tre anni

21/10/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Daniela Biatta

A fronte di evidenti difficoltà di linguaggio, in un'età in cui ci si aspetta che il bambino sappia utilizzare un certo numero di parole e di frasi compiute, sono opportuni un controllo audiologico e una valutazione da parte del neuropsichiatra infantile.   »

Progesterone o aspirinetta in gravidanza?

12/10/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

I due prodotti medicinali non sono incompatibili: se la condizione della futura mamma lo richiede si possono impiegare tutti e due.   »

Bimbo di sette anni che sfida continuamente la mamma

11/10/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Non si può permettere a un bambino di tenere sotto scacco i genitori, disobbedendo e facendo sempre e solo di testa propria. Contenerlo con dolce fermezza è la priorità assoluta.   »

Fai la tua domanda agli specialisti