Gravidanza che non si annuncia dopo un mese di tentativi

Dottor Claudio Ivan Brambilla A cura di Dottor Claudio Ivan Brambilla Pubblicato il 11/05/2020 Aggiornato il 11/05/2020

Non c'è nulla di cui preoccuparsi se il concepimento non avviene immediatamente dopo aver iniziato a cercare un bambino.

Una domanda di: Rita
lo scorso mese io e il mio compagno abbiamo deciso di iniziare a provare ad avere un bambino ma purtroppo non è arrivato e sono comparse, ovviamente, le mestruazioni. Adesso questo mese ci stiamo riprovando ma ho tanta ansia e paura che non andrà come lo scorso mese.
Claudio Ivan Brambilla
Claudio Ivan Brambilla

Gentile signora,
lei non mi scrive quanti anni ha, che è il dato più rilevante quando si parla di fertilità femminile. Presumo comunque che lei sia ancora in età fertile, quindi credo che l’aiuto migliore che possa darle a distanza sia quello di dirle che il concepimento nonavviene con la stessa rapidità/facilità con cui si accende la luce premendo un interruttore. Una coppia giovane e sana può impiegare vari mesi prima di concepire un bambino, tant’è che se appunto la donna è ancora giovane, si consiglia di cominciare a fare accertamenti dopo un anno di tentativi falliti. Aggiungo che lo stress è un acerrimo nemico della fertilità e tra le righe della sua email ne intravedo davvero molto. Il mio consiglio è di vivere con serenità e gioia la ricerca della maternità, senza tutta quest’ansia di fallire che, francamente, dopo appena un mese, non ha alcuna ragione di sussistere. Diverso ovviamente è il caso in cui lei sia una donna matura, diciamo alla soglia dei 40 anni e, magari, abbia qualche problema ginecologico particolare: in una simile eventualità sarebbe bene invece rivolgersi al più presto a un centro per la diagnosi e per la cura dell’infertilità allo scopo di non perdere tempo. Per finire le ricordo di assumere ogni giorno, a partire da ora, acido folico nella dose di 1 compressa da 400 microgrammi. Meglio prenderla lontana da the e latticini. L’acido folico è una vitamina che favorisce la corretta formazione della colonna vertebrale del bambino, prevenendo il rischio che sia interessato da un’anomalia grave, detta “spina bifida”. Va preso per tutto il periodo di ricerca della gravidanza, fino al termine del primo trimestre (salvo diversa indicazione del ginecologo curante). Mi tenga informato, se le fa piacere. Con l’augurio che il suo desiderio si avveri al più presto la saluto con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Educazione di una piccina: quali istruzioni vanno seguite?

27/05/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

I bambini non sono robot: non ci si può aspettare che basti impartire una semplice dritta per ottenere i comportamenti desiderati.   »

Talco al cambio del pannolino? Meglio di no!

25/05/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

Il talco è un prodotto che non è opportuno usare per la cura dei bambini perché può causare vari problemi.   »

Fertilità della donna dopo i 40 anni: cosa la influenza?

19/05/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Francesco Maria Fusi

L'età anagrafica condiziona fortemente la possibilità di concepire. Ma non solo: altri fattori entrano in gioco e tra questi c'è il peso corporeo.  »

Fai la tua domanda agli specialisti