Gravidanza che non si avvia a 42 anni: perché?

Dottor Francesco Maria Fusi A cura di Dottor Francesco Maria Fusi Pubblicato il 14/04/2023 Aggiornato il 14/04/2023

A 42 anni la qualità degli ovociti peggiora, così come lo sperma di un uomo di 50 anni, quindi c'è da aspettarsi che dare inizio a una gravidanza risulti più difficile di quando la coppia che ci sta provando aveva 10-15 anni di meno.

Una domanda di: Sara
Buongiorno, ho compiuto 42 anni, 2 figli di 12 e 8 anni avuti con unico rapporto al primo tentativo. Poi terzo tentativo positivo l’anno scorso, perso il bimbo a 7 settimane. Dopo 4 mesi di test negativi biochimica. Altri 2 mesi test negativi. Perché faccio fatica a rimanere incinta?? Uso anche i test di ovulazione. La mia riserva ovarica è buona dice il ginecologo. Ho 3 mutazioni trombofilia ma anche su questo mi hanno detto che non incidono sulla fertilità né sulle gravidanze perché non sono gravi. Mio marito ha 50 anni. Non abbiamo mai fatto analisi sperma. Rinuncio? Continuo i tentativi e vado a fortuna? Grazie.
Francesco Maria Fusi
Francesco Maria Fusi

Gentile signora, molto probabilmente questa difficoltà è legata alla qualità degli ovociti, che con l’età diminuisce progressivamente, anche se la riserva è buona. Anche gli uomini poi hanno campioni seminali che peggiorano con l’età. Bisogna eventualmente accertarlo con uno spermiogramma. Per il resto deve decidere lei se rivolgersi a un centro per la diagnosi e la cura della sterilità o se, appunto, cercare la gravidanza in maniera naturale. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Piccolissima che non gradisce il cambio del latte

17/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Migliori

Il sapore e la consistenza di un nuovo tipo di latte possono non essere accettati subito di buon grado dal neonato ed è per questo che è consigliabile che il cambiamento avvenga con gradualità, iniziando con una sola poppata.   »

Si può ridatare la gravidanza una seconda volta?

14/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La ridatazione ecografica può essere eseguita una volta sola nel primo trimestre (quando c'è più di una settimana di differenza tra il calendario ostetrico e le dimensioni effettive del feto), dopodiché se il bambino risulta più piccolo dell'atteso non si può più attribuire il dato a un concepimento...  »

Distacco: si deve stare a riposo assoluto?

11/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Stare a letto non solo non serve a cambiare in meglio il destino di una gravidanza ma può addirittura rivelarsi dannoso in quanto favorisce la formazione di trombi e peggiora notevolmente il tono dell'umore.   »

Fai la tua domanda agli specialisti