Gravidanza con ovodonazione: servono gli integratori con inositolo?

Dottor Francesco Maria Fusi A cura di Dottor Francesco Maria Fusi Pubblicato il 07/08/2023 Aggiornato il 07/08/2023

Gli integratori a base di inositolo servono soprattutto in caso di sindrome dell'ovaio policistico (PCO).

Una domanda di: Luisa
Buongiorno dottore, ho fatto tre ovodonazioni ma ho avuto biochimiche, il ginecologo mi ha consigliato Chirofert la mattina e Chirofert Plus la sera, possono servire come integratori oppure meglio evitare, inoltre mi ha prescritto anche Coenzima Q10 ma non so se prenderlo. Mi può aiutare per favore, non so che fare. Grazie mille.
Francesco Maria Fusi
Francesco Maria Fusi

Gentile signora, il Chirofert, come integratore contenente inositolo, è usato soprattutto per la PCO (sindrome dell’ovaio policistico). Il coenzima q10, importante antiossidante, può essere utile. Occorre comunque fare una serie di accertamenti immunologici, infettivologici e metabolici, per capire cosa possa essere causa di questi aborti biochimici. Cordialmente.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

DNA fetale o amniocentesi a 42 anni?

20/09/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Faustina Lalatta

Le linee guida europee, seguite anche in Italia, sono chiare: prima di pensare al DNA fetale o all'amniocentesi è indicato (e importantissimo) sottoporsi al test combinato o Bi-test.  »

Ipercheratosi emersa dal pap test

11/09/2023 Gli Specialisti Rispondono di Augusto Enrico Semprini

L'ipercheratosi è l'aumento della componente cheratinica della parete cellulare. Se viene evidenziata dal pap test richiede di ripetere l'indagine dopo sei mesi.  »

Tosse terribile, che nessun farmaco lenisce, in un bimbo di 5 anni

16/08/2023 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

La scuola di Trieste ha descritto ed etichettato più di vent'anni fa una manifestazione tipica dell'età pediatrica, fino ad allora non catalogata e poi battezzato con l'acronimo SIRT, che sta per Sindrome da Ipersensibilità dei Recettori della Tosse. Si tratta di un disturbo che oggettivamente dà tanta...  »

Fai la tua domanda agli specialisti