Concepimento dopo la pillola: quanto tempo ci vuole?

Dottor Claudio Ivan Brambilla A cura di Dottor Claudio Ivan Brambilla Pubblicato il 11/10/2021 Aggiornato il 11/10/2021

E' possibile che una gravidanza abbia inizio anche il mese successivo alla sospensione del contraccettivo ormonale.

Una domanda di: Angela
Dopo 6 anni di utilizzo di Nuvaring, senza alcuna interruzione, nel mese di settembre ho smesso di utilizzarlo perché alla ricerca di una gravidanza. Aspettavo il flusso mestruale per giorno 7 ottobre ma, ad oggi, ho avuto solo qualche striatura scura (quasi marrone) e qualche volta avverto dei crampi al basso ventre. Per offrire un quadro il più preciso possibile, specifico di venire da un periodo di stress intenso. Come devo comportarmi? (Io ed il mio partner abbiamo avuto rapporti a ridosso dei giorni dell’ovulazione). È il caso di eseguire un test o mi consiglia di aspettare qualche altro giorno? Le probabilità di gravidanza dopo l’utilizzo prolungato di un anticoncezionale sono più basse? Grazie in anticipo.
Claudio Ivan Brambilla
Claudio Ivan Brambilla

Gentile signora,
prima di tutto va detto che non esisto “giorni dell’ovulazione”. L’ovulazione si verifica infatti nell’arco di 24 ore, i cinque giorni che la precedono costituiscono il “periodo fertile” durante il quale un rapporto sessuale non protetto può portare al concepimento. Il periodo fertile si manifesta con la presenza del muco fertile, una secrezione chiara, trasparente, elastica che ha il potere di
conservare gli speratozoi fino all’ovulazione. Gli spermatozoi possono sopravvivere nei genitali femminili fino a sei-sette giorni. Posto questo, per scoprire se una gravidanza è iniziata si deve fare il test di gravidanza, quindi è senz’altro opportuno che lei lo esegua. Per quanto riguarda le probabilità di rimanere incinta sono influenzate da numerosi fattori tra cui l’età della donna e la salute riproduttiva dell’uomo. Può comunque accadere che il concepimento avvenga anche nel primo mese successivo all’interruzione della pillola contraccettiva. Le ricordo di assumere a partire da ora, per tutto il periodo della ricerca della gravidanza fino almeno al termine del primo trimestre, l’acido folico, nella dose di una compressa da 400 microrgrammi al giorno, tutti i giorni. Serve per la prevenzione della spina bifida, un’importante malformazione che può colpire il bambino. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Contrazioni precoci: può accadere anche nella seconda gravidanza?

27/01/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Bisogna mettere in conto che l'accorciamento della cervice, determinato dalla comparsa, molto prima del tempo, di contrazioni uterine, è un'eventualità che può ripresentarsi a ogni successiva gravidanza.   »

Perché si parla di polipo “sospetto”?

17/01/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Attraverso l'ecografia si può solo "sospettare" la presenza di un polipo all'interno dell'utero, ma per avere la certezza occorre effettuare altre indagini.   »

Integrazione di vitamina D: fino a che età è consigliata?

16/01/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

La decisione di continuare a somministrare al bambino la vitamina D anche dopo l'anno di vita va presa con l'aiuto del pediatra curante, che ben conosce i propri piccoli pazienti grazie ai controlli periodici.   »

Fai la tua domanda agli specialisti