Gravidanza dopo l’intervento di ernia inguinale: quanto attendere?

Dottor Claudio Ivan Brambilla
A cura di Dottor Claudio Ivan Brambilla
Pubblicato il 16/04/2018 Aggiornato il 04/08/2018

In genere, dopo l'asportazione di un'ernia inguinale si deve aspettare 3-6 mesi prima di dare inizio a una gravidanza. L'ultima parola spetta comunque al chirurgo.

Una domanda di: Valentina
Mi sono operata il 29 gennaio per un’ ernia inguinale. Quanto tempo devo aspettare per cercare una gravidanza dopo l’operazione, per non avere problemi?
Claudio Ivan Brambilla
Claudio Ivan Brambilla

Cara signora,
dipende se le hanno posizionato la retina di contenimento o no, da come la pelle ha reagito al’incisione, dai punti messi. In generale, posso dirle che si consiglia di aspettare per un periodo che varia dai tre ai sei mesi, tuttavia io le consiglio di rivolgere questa domanda al chirurgo che l’ha operata, il quale molto meglio di me conosce la situazione. Potrebbe infatti “autorizzarla” a cercare la gravidanza a partire dalla fine di questo mese (aprile) ma potrebbe anche dirle di rimandare tutto a dopo l’estate. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.


Scrivi a: Claudio Ivan Brambilla
Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Bimbo ostile allo svezzamento

Quando un bambino rifiuta con ostinazione le prime pappe e qualsiasi altro alimento diverso dal latte, occorre giocare d'astuzia (armandosi di infinta pazienza).   »

Bimba che di notte si sveglia spesso

I disturbi del sonno possono essere ben controllati con la pratica del co-sleepeeng, che consiste nel far dormire il bambino "accanto ai genitori", ma non nello stesso letto.   »

In che settimana di gravidanza si vede l’embrione con l’ecografia?

In genere l'ecografia permette di vedere il bambino (e il suo cuoricino che batte) a partire dalla sesta settimana di gravidanza.   »

Si ammala spesso: è normale che accada?

Febbre, tosse, raffreddore frequenti sono lo scotto che i bambini pagano alla socializzazione. Non sono preoccupanti: alla fine, nonostante questo, crescono tutti forti e sani. L'unica condizione che deve preoccupare davvero perché espone a pericoli è l'obesità: il resto passa senza conseguenze.   »

Fai la tua domanda agli specialisti