Gravidanza e lieve carenza di vitamina B12

Dottoressa Elisa Valmori A cura di Dottoressa Elisa Valmori Pubblicato il 22/06/2020 Aggiornato il 22/06/2020

Una modesta carenza di vitamina B12 non espone il feto ad alcun rischio, anche se l'assunzione di un integratore è opportuna.

Una domanda di: Valentina
Oggi a 35 settimane di gravidanza ho dosato per la prima volta in questa gravidanza la vitamina b12 che risulta essere bassa ( 127 in un range da
197 – 770). Io mangio di tutto ma sono sempre stata bassa di b12 ( ma comunque sempre nei limiti). Ho molta paura perché ho letto che carenze di
b12 possono provocare danni neurologici al bimbo e volevo sapere se i miei valori sono così bassi da aver causato danni. Il medico mi ha detto di
prendere neuraben 2 compresse 2 volte a settimana per 4 settimane e vedere se sale ( in passato con neuraben era salita) ma sono agitata perché il
neuraben contiene oltre la b12 anche la b1 e la b6 ad alto dosaggio e io so di non essere carente per quanto concerne queste due vitamine, anzi. Posso
comunque prendere neuraben? Posso aver recato danni al feto? Grazie.
Elisa Valmori
Elisa Valmori

Carissima signora, non tema per i suoi livelli esigui di B12 e nemmeno per la terapia che le è stata prescritta!
Per poter provocare danni al feto, la carenza di vitamina B12 deve essere molto marcata e darebbe prima di tutto luogo ad anemia perniciosa materna. Dato che lei non è vegana, sono convinta che i suoi livelli di vitamina B12 non siano mai stati gravemente insufficienti.
È vero che la dose raccomandata giornalmente (RDA) in gravidanza è di 2,6 microgrammi/die ma è anche vero che per correggere uno stato di carenza si utilizzano dosaggi dell’ordine del milligrammo (neuraben contiene 0.5 mg di cianocobalanina).
Gli studi sugli animali (topi) hanno mostrato assenza di attività embriotossica intrinseca per la Vitamina B12 ad alto dosaggio.
Rispetto alla composizione di Neuraben, va detto che il prodotto è compatibile sia in gravidanza che in allattamento e il dosaggio raccomandato è addirittura di 1 compressa per 3 volte al giorno. Concordo con la sua prescrizione di 2 compresse alla settimana visto lo stato di carenza lieve per B12.
Anche per le vitamine B1 e B6 non ci sono rischi ad un dosaggio così elevato: per la vitamina B6 la RDA è di 1.9 mg/die in gravidanza ma sono compatibili dosaggi fino a 100 mg/die.
Per la vitamina B1 la RDA è di 1.4 mg/die ma è stata impiegata già in donne in gravidanza con crampi agli arti inferiori ad un dosaggio di 500 mg/die senza effetti collaterali sui bambini esposti.
Spero di averla rincuorata!
Cordialmente.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

 

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

E’ gemellare la mia gravidanza?

29/11/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Arianna Prada

Per sapere se la gravidanza è gemellare nonché per capire se, eventualmente, è in evoluzione favorevole è necessario attendere che il tempo trascorra. Continuare a sottoporsi a controlli troppo presto non serve a ottenere risposte (ma ad aumentare l'ansia sì).   »

Pancione: quali traumi (urti, colpi, pressioni) possono danneggiare il bambino?

22/11/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Qualsiasi trauma addominale che provoca dolore deve essere sottoposto velocemente all'attenzione di un medico del pronto soccorso ostetrico.   »

Bimbo “atopico”: quali accorgimenti per controllare l’eczema?

22/11/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Floria Bertolini

La detrmatite atopica è una malattia cronica che va trattata con i farmaci (in particolare, creme cortisoniche) e controllata mettendo in pratica alcune strategie relative allo stile di vita.  »

Feto con un ventricolo cerebrale lievemente più grande

22/11/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Carlo Efisio Marras

Se le dimensioni dei ventricoli cerebrali sono maggiori dell'atteso, ma non superiori ai quelle ritenute normali non si è autorizzati a pensare a una patologia.   »

Fai la tua domanda agli specialisti