Gravidanza e riposo a letto

Professoressa Anna Maria Marconi A cura di Professoressa Anna Maria Marconi Pubblicato il 26/11/2021 Aggiornato il 06/08/2022

Tutte le Società scientifiche sono concordi nel ritenere che il risposo a letto, quindi l'immobilità pressoché assoluta, sia non solo inutile ma anche poco benefica.

Una domanda di: Patrizia
Sono alla 25 esima settimana di gravidanza + 3 giorni e mi ritrovo a letto da 25 giorni x collo dell’utero a 3 cm. Come cura mi è stato prescritto: progesterone capsule vaginali da 200 prima di andare a letto, magnesio due volte al giorno e difesan ovuli vaginali la mattina. Tra pochi giorni ho da fare di nuovo la cervicometria e vedere come procede, mi auguro che sia riuscita a guadagnare qualcosa o che sia rimasta stabile.. Secondo lei la cura può portare a risultati positivi? Inoltre capita che la bimba assuma in pancia delle posizioni che mi fanno un male assurdo è normale? E poi per concludere, dovendo stare a letto, io non riesco a stare sempre sul lato sinistro, stando ogni tanto a pancia in su, comprometto la vena cava? Grazie mille e scusi se mi sono dilungata.
Anna Maria Marconi
Anna Maria Marconi

Gentile signora, il trattamento che sta facendo è certamente corretto e vedrà che la situazione non sarà peggiorata al prossimo controllo. Nel frattempo però, tutte le Società scientifiche sono concordi sul fatto che il riposo a letto non sia di grande utilità, anzi potrebbe addirittura essere dannoso in quando comporta un rallentamento della circolazione del sangue a livello degli arti inferiori. Mantenere inattiva la pompa muscolare dei polpacci è poco raccomandabile: il rischio è di formazione di trombi. Faccia una vita normale, senza sforzi ma senza stare bloccata a letto tutto il giorno. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Assorbenti interni: li può usare una ragazzina di 11 anni?

16/08/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Sara De Carolis

Non ci sono controindicazioni mediche all'uso degli assorbenti interni fin dalla prima adolescenza. Va tenuto presente, però, che per applicarli correttamente la ragazzina deve imparare a conoscere bene la propria anatomia.   »

Bimbo di tre anni che dà testate e pizzicotti quando è contento

15/08/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Luisa Vaselli

Ci sono gesti che compie il bambino che è opportuno impedire: per farlo occorrono toni e atteggiamenti di affettuosa determinazione.   »

Lo zucchero è vietato in assoluto ai bambini?

14/08/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

Alimenti e bevande contenenti lo zucchero che si usa normalmente in cucina a scopo dolcificante non sono vietati in assoluto, ma non è certo opportuno concederli ogni giorno. In un'ottica di dieta sana devono essere introdotti solo occasionalmente (e questo vale anche per gli adulti).   »

Fai la tua domanda agli specialisti