Gravidanza e scomparsa improvvisa dei sintomi

Dottoressa Elisa Valmori A cura di Dottoressa Elisa Valmori Pubblicato il 19/07/2021 Aggiornato il 27/07/2021

Non è automatico che la scomparsa dei sintomi tipici della gravidanza sia brutto segno.

Una domanda di: Stefania
Buongiorno. Attualmente sono a 8+4. Circa 3 settimane fa, in seguito a perdite ematiche,

mi è stato trovato un distacco amniocoriale, ma rinvenuto embrione con

battito. Perdite poi diminuite. Due settimane fa, a 6+4, ho fatto la prima

eco: battito presente, distacco amniocoriale di poco più di 2 cm. Devo

continuare con progesterone. Una settimana fa ho ricominciato ad avere delle

piccole perdite, che continuano, che variano dal marrone al marroncino

chiaro.

Come sintomi ho quasi sempre tensione al seno e nausea più o meno forte.

Però ieri e anche oggi, i sintomi sembrano essere diminuiti o addirittura

spariti. Ogni tanto lamento un leggero fastidio al basso ventre, tipo quello che avverto nei giorni delle mestruazioni.

È normale che questi sintomi spariscano/diminuiscano?

Avendoli quasi sempre avuti, mi preoccupo un po’.

La ringrazio.

Elisa Valmori
Elisa Valmori

Salve Stefania, guardi…in ostetricia possono accadere le cose più strane: può capitare che una gravidanza prosegua perfettamente anche dopo la scomparsa dei sintomi “tipici”(ogni donna ha i suoi e la stessa donna può avere sintomi differenti in più gravidanze) ma può anche essere che questa scomparsa improvvisa dei sintomi di gravidanza sia correlata ad un calo ormonale e quindi purtroppo di cattivo auspicio. Qualora le perdite ematiche da scarse e di colore marrone dovessero invece diventare cospicue (come una mestruazione per intenderci) e rosso vivo, saremmo autorizzati a porre diagnosi di minaccia d’aborto.
Immagino che lei abbia in programma un controllo ecografico a breve, così da avere la conferma che tutto proceda per il meglio.
Fino ad allora la invito ad avere fiducia che la natura stia operando quella magia o miracolo che ogni figlio che viene al mondo rappresenta.
Spero di averla aiutata. Cordialmente.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Sono incinta e non sono immune alla rosolia: è pericoloso fare il vaccino a mio figlio?

28/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dott.ssa Elena Bozzola

Nessuno studio ha mai evidenziato che un bimbo subito dopo essere stato vaccinato contro la rosolia possa trasmetterla. Di conseguenza, anche in gravidanza non si rischia nulla se si hanno contatti con un bambino appena vaccinato.  »

Continue infezioni delle vie urinarie: che fare?

27/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Nel caso in cui si vada incontro a numerose infezioni delle vie urinarie diventa necessario rivolgersi a uno specialista in urologia o uro-ginecologia per farsi indicare il percorso terapeutico più efficace e, quindi, risolutivo.   »

Tutti figli maschi: casualità o genetica?

24/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Paolo Gasparini

Ogni fecondazione costituisce una storia a sé e ogni volta si hanno le stesse probabilità di concepire un maschio o una bambina. È, dunque, sempre il caso a "tirare i dadi".  »

Fai la tua domanda agli specialisti