Gravidanza: può iniziare (ed essere rilevata dal test) a meno di un mese da un aborto?

Dottor Gaetano Perrini A cura di Dottor Gaetano Perrini Pubblicato il 02/02/2023 Aggiornato il 10/06/2023

È bene non avere troppa fretta di effettuare il test di gravidanza, ma di aspettare che l'ormone beta-hCG che la segnala abbia avuto il tempo di essere prodotto. Diversamente si rischia una delusione, anche nel caso in cui il concepimento sia avvenuto.

Una domanda di: Melody
Ho 29 anni ho già due bambini uno di 13 anni e una di 10 anni volevamo il terzo ma ho avuto un aborto spontaneo purtroppo il giorno 13 gennaio ero di 3 settimane. Terminate le perdite durate pochissimo ho voluto riprovarci subito volevo chiedere se io dovessi fare un test di gravidanza ora è troppo presto? Oppure se dovessi essere di nuovo incinta risulterebbe, dottore? Io ho ancora tutti i sintomi che mi portano a pensare di essere di nuovo incinta. Attendo una sua opinione e la ringrazio anticipatamente.
Dottor Gaetano Perrini
Dottor Gaetano Perrini

Buongiorno signora, immagino che quando dice che era incinta di 3 settimane lo faccia perché ha effettuato molto precocemente un test di gravidanza, risultato positivo circa sette giorni prima della data in cui attendeva l’arrivo delle mestruazioni. In questi casi, è possibile che la gravidanza sia iniziata, come dimostra il fatto che il test ha rilevato l’ormone beta-hCG e, quindi, è risultato positivo, ma che subito dopo sia accaduto qualcosa che non ne ha permesso la prosecuzione. Succede ed è per questo che può essere più opportuno attendere il ritardo delle mestruazioni per effettuare il test di gravidanza. Per quello che riguarda poi il percorso successivo (se le beta le ha fatte ed erano significative) avendo avuto poi il flusso è utile ripetere il dosaggio per vedere se il valore delle beta sono in diminuzione no. Se le rilevasse e fossero in diminuzione esprimerebbero che effettivamente una gravidanza è iniziata e si è interrotta. In questa eventualità può sicuramente dare inizio a una nuova gravidanza, tuttavia direi veramente di aspettare per rifare il test di gravidanza: se il sanguinamento si è manifestato il 13 gennaio ed è durato qualche giorno aspetti almeno due-tre settimane per riprovare a fare il test di gravidanza. Nel frattempo le ricordo di assumere l’acido folico (una compressa al giorno da 400 microgrammi) per tutto il periodo della ricerca della gravidanza e almeno fino al termine del primo trimestre. Serve per la prevenzione della spina bifida nel bambino. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Bassa statura di una ragazzina in prossimità del menarca: aumenterà ancora un po’?

09/05/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Gianni Bona

La statura è influenzata in modo rilevante dalla genetica, ma gioca un suo ruolo anche l'eventualità che il bambino sia nato pretermine. In ogni caso, anche dopo l'arrivo della prima mestruazione (menarca) le ragazze in genere continuano a crescere di alcuni centimetri.  »

Ginnastica prepuziale nei piccolissimi: perché non si deve fare?

08/05/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

Forzare il prepuzio di un piccolino a scendere verso il basso fino a scoprire il pene può essere pericoloso. la fimosi fisiologica è un meccanismo di difesa voluto dalla natura che fa sempre le cose per bene.   »

Tosse violenta che niente fa passare in un bimbo di 5 anni

07/05/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

Una tosse "spaventosa" che viene innescata da banali raffreddori, non passa con niente e suscita angoscia nei genitori è molto probabilmente dovuta alla SIRT, sigla che sta per Sindrome da Ipersensibilità dei Recettori della Tosse.   »

Fai la tua domanda agli specialisti