Herpes labiale in gravidanza: che fare?

Dottoressa Elisa Valmori A cura di Dottoressa Elisa Valmori Pubblicato il 08/01/2020 Aggiornato il 13/01/2020

Le possibilità che vi siano conseguenze negative sul bambino nel caso in cui la futura mamma sviluppi la "febbre delle labbra" alla fine del primo trimestre sono remote.

Una domanda di: Sara
Sono incinta di 12 settimane. Stamattina mi sono svegliata con un herpes sulle labbra. Non ricordo di averne mai sofferto prima. Ora sono
molto preoccupata che possano esserci complicazioni o danni per il bambino a causa dell’herpes. Grazie.

Elisa Valmori
Elisa Valmori

Salve cara signora, capisco la sua preoccupazione dato che non ha mai sofferto in vita sua di Herpes e le sta capitando proprio ora che è incinta.
La gravidanza è un momento in cui il nostro sistema immunitario abbassa la guardia appositamente per tollerare meglio l'”intruso” che è il bambino (ha metà patrimonio genetico estraneo e quindi potrebbe rischiare altrimenti di essere rigettato, esattamente come accade per i trapianti) e questo comporta una maggior fragilità soprattutto nei confronti dei virus. Detto questo, immaginando che lei si riferisca all’Herpes labiale e non a quello genitale, è possibile trattarlo applicando localmente la pomata specifica antivirale denominata Aciclovir (1 applicazione ogni 4 ore per 5 volte al giorno per almeno 5 giorni).
Il fatto che lei ora sia alla fine del primo trimestre è molto positivo in quanto le possibilità che il bambino sia coinvolto da questa infezione sono remote.
Diverso sarebbe in caso di infezione primaria nel terzo trimestre. Invece lei ha tutto il tempo di trattare questa infezione e debellarla grazie alla terapia specifica e, per giunta, gli anticorpi anti-herpes virus che il suo organismo metterà in circolo attraverseranno la placenta e proteggeranno anche il suo bambino dall’infezione. Spero di averla rincuorata, resto a disposizione se avesse ulteriori dubbi, cordialmente.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Coronavirus: è pericoloso per la fertilità maschile?

30/03/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Mario Mancini

Non c'è alcuna evidenza scientifica a supporto dell'ipotesi che il SARS-CoV-2 causi infertilità nell'uomo: si tratta dunque di una bufala.   »

Va bene questo valore delle beta?

30/03/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

In sesta settimana, un valore dell'ormone beta-hCG superiore a 10.000 esprime che la gravidanza è in evoluzione, quindi è un ottimo segno.   »

Bimba di tre anni che fa sempre le stesse domande

26/03/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dott. Leonardo Zoccante

E' normale che un bambino di tre anni chieda e richieda spesso le stesse cose: le risposte che ottiene (e che ci devono sempre essere) gli servono per consolidare le sue conoscenze.   »

Fai la tua domanda agli specialisti