Herpes labiale: si è ancora contagiosi dopo la caduta delle crosticine?

Dottoressa Floria Bertolini A cura di Dottoressa Floria Bertolini Pubblicato il 17/01/2024 Aggiornato il 17/01/2024

Se l'herpes implicato nell'infezione della mucosa orale è il simplex di tipo 1, alla scomparsa delle crosticine si smette di essere contagiosi.

Una domanda di: Lorenzo
Salve Dottoressa,
ho avuto sul labbro superiore una recidiva di Herpes Simplex, le croste sono cadute naturalmente 15 giorni fa lasciando la pelle arrossata.
Volevo sapere se sono ancora contagioso per l’herpes oppure posso stare tranquillo e aspettare che la pelle si schiarisca. Grazie mille.
Floria Bertolini
Floria Bertolini

Gentile Lorenzo,
il virus che provoca l’herpes simplex (HPV) può essere di tipo 1 o di tipo 2. In generale il tipo 1 è l’herpes virus che causa le manifestazioni alla mucosa orale e il tipo 2
interessa le manifestazioni herpetiche dell’area genitale. A volte, però, questa regola non è rispettata perché dipende da come è avvenuto il contagio.
Pertanto può avvenire più raramente che qualcuno soffra di infezioni da herpes simplex virus di tipo1 alla mucosa genitale o di herpes simplex virus di tipo 2 alla mucosa orale.
Per conoscere quale dei due HPV sia l’agente infettivo delle proprie manifestazioni herpetiche ci sono due metodi: o la ricerca del virus direttamente dal liquido delle bollicine herpetiche, quando l’infezione è in fase attiva, oppure, sottoponendosi alla ricerca sul sangue delle immunoglobuline IgG specifiche per herpes simplex virus (HPV) di tipo 1 e di tipo 2. Se le IgG sono elevate per il tipo 1 significa che le manifestazioni sono le tipiche dell’infezione classica per la mucosa orale, se invece le IgG saranno elevate per il tipo 2, le manifestazioni sono causate dalla infezione classica per l’area genitale e non tipica per il cavo orale.
Questa premessa è importante per la risposta, perché ora che è guarito e la crosticina è addirittura caduta, non dovrebbe essere infetto, se ha avuto un episodio di herpes simplex virus di tipo 1, cioè la forma usuale per la mucosa orale. Invece, qualora avesse avuta una infezione da herpes simplex virus di tipo 2, e avesse in
incubazione una recidiva tra 1 – 2 giorni, allora può essere già infetto. In sintesi con l’herpes virus di tipo 1 si diventa infetti dal momento in cui appare la prima vescicola
della recidiva e, guarito, non può passare il virus ad altri in caso di contatto. Diversamente per chi ha infezioni herpetiche recidivanti, se causate da herpes virus di tipo 2, sarà
infetto anche 1 – 2 giorni prima della comparsa della nuova prima vescicola, oltre ad esserlo nel periodo in cui ha le manifestazioni attive.
Cordiali saluti.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Dopo 4 maschietti arriverà la bambina?

16/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Faustina Lalatta

Non è assolutamente detto che dopo quattro figli maschi il quinto sarà una femminuccia perchè a ogni gravidanza si ripresentano le stesse probabilità di aver concepito un maschio o una bambina.   »

Placenta bassa in 16^ settimana: si può prendere l’aereo?

08/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Una sospetta inserzione bassa della placenta va confermata con l’ecografia transvaginale a partire dalla 20^ settimana, quindi circa un mese prima di questa data è prematuro diagnosticarla: proprio per questo un viaggio in aereo si può affrontare senza rischi.   »

Dopo tre cesarei si può partorire naturalmente?

08/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Al travaglio di prova dopo un parto cesareo, noto con l'acronimo TOLAC dall'inglese trial of labour after cesarean, possono essere ammesse solo le mamme che abbiano già affrontato l'intervento solo una, massimo due volte.   »

Manovre effettuate durante l’ecografia: possono causare danno al feto?

04/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giovanni Battista Nardelli

Nessuna delle manovre manuali esterne effettuate dal medico per poter svolgere l'ecografia nel migliore dei modi può esporre il feto a rischi.   »

Bimbo di 4 anni con una tosse che non passa nonostante l’antibiotico

02/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

È un'eventualità frequente che i bambini della scuola materna passino più tempo a tossire che il contrario. Posto questo, l’antibiotico andrebbe usato quanto la tosse con catarro persiste per più di un mese senza tendenza alla remissione.  »

Fai la tua domanda agli specialisti