Ho 46 anni e le mestruazioni non sono comparse: devo spostare il pap test?

Dottoressa Sara De Carolis A cura di Dottoressa Sara De Carolis Pubblicato il 30/08/2021 Aggiornato il 30/08/2021

L'irregolarità mestruale non è una ragione sufficienteper rimandare l'appuntamento per l'esecuzione del pap test.

Una domanda di: Mary
Gentilissima dottoressa,
se può essermi di aiuto: ho 46 anni sono sposata da 20 anni e non avuto la gioia di avere figli ed ora il mio ciclo sembra ballerino da qualche anno. L’ultima mestruazione mi è arrivata il 17 luglio ad oggi ancora nulla però ho una prenotazione del pap test tra due giorni: è il caso che vada o lo rimando?

Sara De Carolis
Sara De Carolis

Gentile signora,
francamente non capisco il motivo per il quale ha il dubbio che sia opportuno rinviare il pap-test. Solo qualora dovessero tornare le mestruazioni e quindi ci fossero perdite ematiche vaginali si dovrà spostare l’appuntamento, ma altre ragioni non ve ne sono. Quindi se le mestruazioni non dovessero arrivare vada senza dubbi a fare il pap test, esame importantissimo per scoprire precocemente e tempestivamente alterazioni pericolose della cervice. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Sono incinta e non sono immune alla rosolia: è pericoloso fare il vaccino a mio figlio?

28/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dott.ssa Elena Bozzola

Nessuno studio ha mai evidenziato che un bimbo subito dopo essere stato vaccinato contro la rosolia possa trasmetterla. Di conseguenza, anche in gravidanza non si rischia nulla se si hanno contatti con un bambino appena vaccinato.  »

Continue infezioni delle vie urinarie: che fare?

27/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Nel caso in cui si vada incontro a numerose infezioni delle vie urinarie diventa necessario rivolgersi a uno specialista in urologia o uro-ginecologia per farsi indicare il percorso terapeutico più efficace e, quindi, risolutivo.   »

Tutti figli maschi: casualità o genetica?

24/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Paolo Gasparini

Ogni fecondazione costituisce una storia a sé e ogni volta si hanno le stesse probabilità di concepire un maschio o una bambina. È, dunque, sempre il caso a "tirare i dadi".  »

Fai la tua domanda agli specialisti