Ho l’utero setto, potrò avere un figlio?

Dottor Gaetano Perrini A cura di Dottor Gaetano Perrini Pubblicato il 20/10/2020 Aggiornato il 20/10/2020

Ci sono malformazioni dell'utero che si risolvono facilmente e che, quindi, non impediscono la gravidanza.

Una domanda di: Stefania
Mi è stato diagnosticato recentemente un utero setto e ho iniziato a documentarmi in merito. Premesso che ho 30 anni ma al momento non sono alla ricerca di una gravidanza, sono stata assalita dall’ansia di non poter concepire tra qualche anno, vorrei chiederle c’è possibilità per una donna con utero setto di poter concepire e portare a termine una gravidanza? È raccomandato l’intervento? Insomma c’è modo di riuscire o no? Vorrei capire un po’ qual è la situazione che dovrò gestire da qui a breve. Grazie.

Dottor Gaetano Perrini
Dottor Gaetano Perrini

Buongiorno signora, l’utero setto è una piccola malformazione del corpo dell’utero rappresentata da un tralcio fibroso che partendo dal fondo dell’utero divide in due la cavità dell’utero fino all’inizio del corpo uterino. Può essere un riscontro occasionale o successivo a un evento abortivo. La sua presenza talvolta può rendere difficoltoso il concepimento oppure il decorso della gravidanza. È molto importante in fase diagnostica porre una diagnosi differenziale tra setto uterino e conformazione anatomica di utero insellato in quanto, se nel primo caso è possibile porre rimedio con un semplice intervento di metro plastica, che oggi può essere agevolmente fatto in ambulatorio utilizzando la tecnica isteroscopica Office, nel secondo caso questo non è possibile. Per poter agevolmente effettuare la diagnosi differenziale è consigliata l’ecografia pelvica ginecologica 3D. Contatti il suo ginecologo di fiducia per poter fare una corretta diagnosi e definire un percorso adeguato. Cordiali saluti.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Perché il bimbo in utero non si vede ancora?

23/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se l'ovulazione avviene più tardi rispetto all'ipotesi può accadere che l'embrione non sia visibile ecograficamente nell'epoca della gravidanza in cui generalmente lo è già.   »

SOS crisi di pianto inconsolabile

23/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

Una volta appurato che il lattante piange per via delle "coliche dei tre mesi", non resta che attendere pazientemente che le crisi a poco a poco diminuiscano fino a sparire. Nella ceretzza che le sue urla disperate sono espressione di forza e di salute.   »

Peso: quale aumento a quattro mesi di vita?

19/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

L'aumento di peso ha un andamento influenzato da alcune variabili, tuttavia intorno al quinto mese di vita dovrebbe essere doppio rispetto a quello presentato alla nascita.   »

Fai la tua domanda agli specialisti