Ho paura di tutto: come faccio ad andare avanti?

Dottoressa Angela Raimo A cura di Dottoressa Angela Raimo Pubblicato il 05/10/2021 Aggiornato il 05/10/2021

Quando i cattivi pensieri prendono il sopravvento ogni giorno, senza che vi sia una ragione oggettiva, diventa d'obbligo farsi aiutare.

Una domanda di: Lucia
Salve…ho 33 anni. Sono sposata da otto e ho 2 bambini di 7 e 2 anni. Sono sempre stata un tipo ansioso ma da quando sono diventata mamma lo sono ancora di più. Ci sono momenti che mi vengono in mente delle cose tipo la paura di potermi ammalare e non poter più vedere i miei figli…oppure che possa succedere qualcosa a mio marito o ai miei genitori…ecco a pensare a questo mi viene un senso di vuoto misto a agitazione…ho proprio il terrore….come ho il terrore che so che prima o poi la vita finisce ma a me questo pensiero mi manda in tilt. Con questo non dico che non riesco a vivere…la mia routine è sempre la stessa..però passare la giornata anche con questi pensieri non è facile.
Angela Raimo
Angela Raimo

Cara signora,
le dirò quello che lei già dentro di se sa perfettamente: ha bisogno di farsi aiutare. L’ansia e la preoccupazione per i figli sono sani fino a quando non prendono il sopravvento, non diventano dominanti fino a impedire la serenità. Quello che le serve è imparare a controllare i sentimenti negativi, a respingerli ogni volta che prendono forma non già per una giustificazione oggettiva ma in quanto proiezioni di paura che invadono la sua mente. Le consiglio di non attendere e non solo per il suo bene ma anche per quello dei suoi bambini, perché una condizione psicoemotiva come la sua può essere per loro difficile da sostenere. Mi scriva ancora, se lo desidera. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

 

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Problemi di linguaggio in bimbo di tre anni

21/10/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Daniela Biatta

A fronte di evidenti difficoltà di linguaggio, in un'età in cui ci si aspetta che il bambino sappia utilizzare un certo numero di parole e di frasi compiute, sono opportuni un controllo audiologico e una valutazione da parte del neuropsichiatra infantile.   »

Progesterone o aspirinetta in gravidanza?

12/10/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

I due prodotti medicinali non sono incompatibili: se la condizione della futura mamma lo richiede si possono impiegare tutti e due.   »

Bimbo di sette anni che sfida continuamente la mamma

11/10/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Non si può permettere a un bambino di tenere sotto scacco i genitori, disobbedendo e facendo sempre e solo di testa propria. Contenerlo con dolce fermezza è la priorità assoluta.   »

Fai la tua domanda agli specialisti