Ho una tuba sola: è possibile iniziare una gravidanza?

A cura di Augusto Enrico Semprini Pubblicato il 26/03/2024 Aggiornato il 26/03/2024

Quando si rende necessario asportare una tuba, è opportuno valutare attentamente la tuba rimasta, per escludere che sia danneggiata e, quindi, impedisca l'avviarsi di una gravidanza.

Una domanda di: Alessia
Sono una donna di 35 anni, il 25 dicembre 2022 ho avuto gravidanza extrauterina con asportazione di tuba destra, il 21 agosto ho avuto un aborto spontaneo, non riesco più a rimanere incinta: posso sapere il perché? Vorrei un suo parere. Grazie.

Augusto Enrico Semprini
Augusto Enrico Semprini

Cara Alessia,
il principale fattore predisponete alle gravidanze extrauterine è un danno tubarico per una pregressa infezione che ha danneggiato il meccanismo tubarico. L’integrità di questo meccanismo è importante per trasferire dopo 5 giorni dal concepimento il prodotto del concepimento in cavità uterina.
Difficile che l’infezione interessi solo la tuba ed è probabile che anche la tuba residua sia stata danneggiata e renda difficile concepire nuovamente.
Se dovessi assisterla controllerei che sia lei che il partner non abbiate evidenze di infezione del tratto genitale, con un’isteroscopia controllerei la regolarità della cavità e l’osteo tubarico della tuba sinistra e mi sincererei che non sia presente endometrite.
Dopo aver escluso la possibilità di infezione misconosciuta ed, eventualmente, dopo aver eliminato fattori infettivi vedrei se questo permette un concepimento spontaneo.
Se questo non avvenisse io discuterei con lei l’opportunità di una laparoscopia per controllare aspetto e ostilità della tuba residua e, se anche questo non permettesse un recupero della possibilità di concepimento spontaneo, allora considererei una fertilizzazione extracorporea perché lei è giovane e i margini di successo di tale metodica sono elevati. Cordialmente.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Dopo 4 maschietti arriverà la bambina?

16/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Faustina Lalatta

Non è assolutamente detto che dopo quattro figli maschi il quinto sarà una femminuccia perchè a ogni gravidanza si ripresentano le stesse probabilità di aver concepito un maschio o una bambina.   »

Placenta bassa in 16^ settimana: si può prendere l’aereo?

08/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Una sospetta inserzione bassa della placenta va confermata con l’ecografia transvaginale a partire dalla 20^ settimana, quindi circa un mese prima di questa data è prematuro diagnosticarla: proprio per questo un viaggio in aereo si può affrontare senza rischi.   »

Dopo tre cesarei si può partorire naturalmente?

08/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Al travaglio di prova dopo un parto cesareo, noto con l'acronimo TOLAC dall'inglese trial of labour after cesarean, possono essere ammesse solo le mamme che abbiano già affrontato l'intervento solo una, massimo due volte.   »

Manovre effettuate durante l’ecografia: possono causare danno al feto?

04/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giovanni Battista Nardelli

Nessuna delle manovre manuali esterne effettuate dal medico per poter svolgere l'ecografia nel migliore dei modi può esporre il feto a rischi.   »

Bimbo di 4 anni con una tosse che non passa nonostante l’antibiotico

02/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

È un'eventualità frequente che i bambini della scuola materna passino più tempo a tossire che il contrario. Posto questo, l’antibiotico andrebbe usato quanto la tosse con catarro persiste per più di un mese senza tendenza alla remissione.  »

Fai la tua domanda agli specialisti