Il mio bambino beve troppo latte: meglio allora il tipo “scremato”?

Dottor Leo Venturelli A cura di Dottor Leo Venturelli Pubblicato il 02/02/2021 Aggiornato il 02/02/2021

Il latte fresco scremato ha più o meno lo stesso alto contenuto di calorie di quello intero, quindi non è opportuno proporlo in alternativa a quest'ultimo.

Una domanda di: Valentina
Ho un bimbo di 20 mesi che prende ancora parecchio latte la mattina e mezzo biberon lo prende dopo il pasto, più quasi sempre la sera ne prende un biberon pieno. E’ meglio che continui con latte vaccino intero o parzialmente scremato?
Grazie.
Leo Venturelli
Leo Venturelli

Gentile signora,
se il bambino assume ancora così tanto latte, sarebbe opportuno dare un prodotto col nome di latte di crescita, cioè latti che hanno una concentrazione proteica minore a quella del latte vaccino: quello parzialmente scremato ha un contenuto proteico alto, simile a quello intero, quindi non adatto allo scopo di diminuirne il carico calorico; meglio allora, i latti di crescita (col nome anche di latte 3); se poi lei volesse diminuire in assoluto la quantità di latte vaccino, senza cambiare tipo di latte, meglio sarebbe diluire il latte intero a metà con acqua,o, ancora, provare a cambiare la modalità di somministrazione: usare cioè una tazza e non più il biberon, per ridurre la voracità del bambino. Anche il cambio da latte a yogurt può essere utile, almeno in qualche occasione durante il giorno. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

L’amore per la mamma è “automatico”?

01/03/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

L'amore che un piccolissimo prova per la madre è legato al fatto che è la madre a prendersi principalmente cura di lui.  »

Sull’intervallo tra due vaccini vivi attenuati

22/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

La somministrazione di due vaccini vivi attenuati a una distanza inferiore alle 4 settimane può compromettere l'efficacia del secondo vaccino.  »

Iperattivita e prodotti omeopatici

16/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

L'iperattività (se di iperattività si tratta davvero) è segno di una malattia seria, non si può pensare di affrontarla con il fai-da-te.   »

Fai la tua domanda agli specialisti