Il papà potrei essere io?

Dottor Francesco Maria Fusi A cura di Dottor Francesco Maria Fusi Pubblicato il 20/11/2020 Aggiornato il 20/11/2020

Non si può escludere che il concepimento possa avvenire anche in seguito a un rapporto senza ejaculazione.

Una domanda di: Alex
Sono un ragazzo di 24 anni. A giugno ho avuto un rapporto sessuale con una ragazza che ora è incinta, le hanno detto che è rimasta
incinta intorno al giorno in cui io e lei abbiamo avuto il rapporto ma io non ho eiaculato (né dentro né fuori). Infatti non sono stato proprio
chiamato in causa né da lei né da nessuno per questa faccenda. Lei è sicura che il padre sia un ragazzo con cui aveva (nello stesso periodo),
frequenti rapporti non protetti, uno dei quali concluso con il ricorso alla pillola del giorno dopo. Quest’ultimo rapporto lei lo ricorda proprio nella data di possibile concepimento che le ha indicato il medico sulla base dei calcoli da lui fatti.
Scrivo per chiedere, con quale percentuale il figlio potrebbe essere mio con il tipo di rapporto avuto (penetrazione senza eiaculazione),
rispetto ad un rapporto completo con eiaculazione interna?
Francesco Maria Fusi
Francesco Maria Fusi

Gentile Alex,
il rapporto non protetto, anche senza ejaculazione, può portare a concepimento, in quanto le prime gocce di lubrificazione prodotte dalle ghiandole accessorie possono contenere migliaia di spermatozoi. E’ il motivo per cui il coito interrotto è un “non metodo” di contraccezione. Ovviamente il rapporto completo con ejaculazione resta il principale indiziato, ma temo che solo il test del DNA al bambino possa dirimere il dubbio. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Perché il bimbo in utero non si vede ancora?

23/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se l'ovulazione avviene più tardi rispetto all'ipotesi può accadere che l'embrione non sia visibile ecograficamente nell'epoca della gravidanza in cui generalmente lo è già.   »

SOS crisi di pianto inconsolabile

23/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

Una volta appurato che il lattante piange per via delle "coliche dei tre mesi", non resta che attendere pazientemente che le crisi a poco a poco diminuiscano fino a sparire. Nella ceretzza che le sue urla disperate sono espressione di forza e di salute.   »

Peso: quale aumento a quattro mesi di vita?

19/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

L'aumento di peso ha un andamento influenzato da alcune variabili, tuttavia intorno al quinto mese di vita dovrebbe essere doppio rispetto a quello presentato alla nascita.   »

Fai la tua domanda agli specialisti