In ansia perché non ha sintomi

Dottor Claudio Ivan Brambilla A cura di Dottor Claudio Ivan Brambilla Pubblicato il 27/03/2021 Aggiornato il 27/03/2021

Ogni gravidanza costitusce una storia a sé, quindi non ci si deve preoccupare se non compaiono i sintomi "tradizionali" che, appunto, non è automatico si manifestino sempre e comunque in tutte le donne.

Una domanda di: Nicol
Ho avuto ultimo ciclo il 15 di febbraio, ho effettuato esame del sangue per il dosaggio dell’ormone beta-hCG martedi 23 ottenendo questo valore: 5849. Ho la pancia molto dura e gonfia, non ho male al seno e non è nemmeno gonfio e i capezzoli sono del colore normale…Devo fare il secondo prelievo lunedì e la prima visita giovedì 1 aprile. Sono preoccupata più che altro per la mancanza di sintomi evidenti.
Grazie mille per la sua risposta.
Claudio Ivan Brambilla
Claudio Ivan Brambilla

Gentile signora,
non tutte le gravidanze danno luogo agli stessi sintomi e non è neppure così automatico che i sintomi si manifestino. Per quanto riguarda il prossomo prelievo per il dosaggio delle beta-hCG non c’è alcun bisogno di ripeterlo se non è stato il suo medico a prescriverglielo specificatamente. Mi spiego meglio: per scoprire se una gravidanza è iniziata è più che sufficiente il normale test che si effettua sulle urine. Dopodiché si esegue l’ecografia, giustamente intorno alla sesta settimana. Ovvio che se è stato il suo curante a dirle di eseguire questi prelievi deve senza dubbio ascoltarlo perchè avrà le sue buone ragione, ma se si tratta di una sua iniziativa può tranquillamente lasciar perdere e attendere con serenità il controllo del primo aprile. Non ha senso, infatti, se non esistono precise ragioni mediche (ma di questo lei non mi parla), medicalizzare troppo la gravidanza. E’ una buona cosa invece attendere con serenità che il tempo trascorra: la gravidanza è un evento naturale e come tale andrebbe vissuto, utilizzando il supporto della medicina solo quando davvero serve, perché diversamente si rischia di vivere il periodo costantemente in preda all’ansia. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Fimosi dei maschietti: agire con cautela e cognizione di causa è d’obbligo!

04/08/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Alessia Bertocchini

Paradossalmente può essere la manovra che a volte si esegue per favorire lo scorrimento del prepuzio sopra il glande a ostacolare la risoluzione spontanea della fimosi, quindi a peggiorarla.  »

Menarca a 10 anni: è preoccupante?

03/08/2021 Gli Specialisti Rispondono di Professor Gianni Bona

La prima mestruazione a 10 anni non è un fenomeno significativo dal punto di vista medico, mentre lo è il sovrappeso che probabilmente ne ha favorito la comparsa.   »

In ansia per quello che non mangerà alla scuola materna

31/07/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

All'asilo i bambini tendono ad accettare di buon grado pietanze che a casa respingono, per imitare i coetanei. L'ingresso in comunità sotto il profilo dell'alimentazione è spesso provvidenziale.   »

Fai la tua domanda agli specialisti