In che settimana di gravidanza si vede l’embrione con l’ecografia?

Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 12/03/2019 Aggiornato il 12/03/2019

In genere l'ecografia permette di vedere il bambino (e il suo cuoricino che batte) a partire dalla sesta settimana di gravidanza.

Una domanda di: Adriana
Sono incinta ma esattamente non so di quanto. Il ciclo mi sarebbe dovuto venire il 23 febbraio e l’ ultimo l’ o avuto tra le il 24 è il 26 gennaio ma sono certa di aver concepito in data 9 febbraio. Il mio dilemma è questo giorno 8 marzo ho fatto la prima ecografia dove si è vista la camera il sacco vitellino ma non l’embrione. Il giorno 4 tornerò dal ginecologo per una nuova ecografia. Vorrei capire non è che non sapendo esattamente di quante settimane sono potremmo cercare qualcosa che al momento non può esserci? Quando invece preoccuparsi di non vedere l’ embrione? Grazie molte.
Claudio Ivan Brambilla
Claudio Ivan Brambilla

Gentile signora,
se la data d’inizio dell’ultima mestruazione è il 24 gennaio, oggi 12 marzo lei è nella sesta settimana + 5 giorni. Questo è il calcolo effettuato con il calendario (o regolo) ostetrico, che permette di stabilire le settimane di gravidanza e la data (presunta) del parto in base alla data di inizio dell’ultima mestruazione. L’ecografia a cui si sottoporrà tra due giorni visualizzerà l’embrione e il cuoricino che batte, che appunto si evidenziano di norma nella sesta settimana o, a volte, nella settima settimana, se il concepimento è avvenuto più avanti rispetto a quanto si ipotizza per convenzione, cioè intorno alla metà del ciclo. In questa occasione, grazie all’ecografia il ginecologo ridaterà la gravidanza. Sarà però nell’ecografia che effettuerà tra l’11 e la 13ma settimana (circa) che la datazione potrà essere fatta in modo ancora più preciso. Stia dunque tranquilla e mi faccia sapere, se lo desidera. Cari saluti.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.


Scrivi a: Claudio Ivan Brambilla
Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Bimbo ostile allo svezzamento

Quando un bambino rifiuta con ostinazione le prime pappe e qualsiasi altro alimento diverso dal latte, occorre giocare d'astuzia (armandosi di infinta pazienza).   »

Bimba che di notte si sveglia spesso

I disturbi del sonno possono essere ben controllati con la pratica del co-sleepeeng, che consiste nel far dormire il bambino "accanto ai genitori", ma non nello stesso letto.   »

In che settimana di gravidanza si vede l’embrione con l’ecografia?

In genere l'ecografia permette di vedere il bambino (e il suo cuoricino che batte) a partire dalla sesta settimana di gravidanza.   »

Si ammala spesso: è normale che accada?

Febbre, tosse, raffreddore frequenti sono lo scotto che i bambini pagano alla socializzazione. Non sono preoccupanti: alla fine, nonostante questo, crescono tutti forti e sani. L'unica condizione che deve preoccupare davvero perché espone a pericoli è l'obesità: il resto passa senza conseguenze.   »

Fai la tua domanda agli specialisti