Inchiostro atossico: è tossico?

Dottor Leo Venturelli A cura di Dottor Leo Venturelli Pubblicato il 07/02/2019 Aggiornato il 07/02/2019

Il contatto accidentale di una minima quantità di inchiostro dichiarato atossico con le labbra non è pericoloso.

Una domanda di: Pamela
La mia domanda è che è rimasto un po’ d’inchiostro atossico sugli angoli delle unghie (come dice la confezione) per fare le impronte di mio figlio su un foglio. Siccome mio figlio mette in bocca le mani potrebbe arrecare danni alla sua salute. Grazie mille.
Leo Venturelli
Leo Venturelli

Cara mamma,
se l’inchiostro nella confezione è dichiarato atossico, non ci sono problemi di contaminazione per un contatto del tipo toccarsi le labbra con le mani sporche.
Diversa è invece l’ingestione di sorsi di prodotto, che è meglio non sperimenare; a volte invece ci possono essere reazioni tipo dermatite sulle labbra per contatto con prodotti coloranti, sebbene atossici. Direi comunque che quanto mi ha riferito non è preoccupante. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto



Concorso riparti con catrice 2020

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Bimbo di sette mesi che fa … jumping

03/06/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

Non è una buona idea far saltare il bambino tenendolo sotto le ascelle: molto meglio lasciarlo libero a terra, in attesa che impari a gattonare.  »

Educazione di una piccina: quali istruzioni vanno seguite?

27/05/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

I bambini non sono robot: non ci si può aspettare che basti impartire una semplice dritta per ottenere i comportamenti desiderati.   »

Fertilità della donna dopo i 40 anni: cosa la influenza?

19/05/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Francesco Maria Fusi

L'età anagrafica condiziona fortemente la possibilità di concepire. Ma non solo: altri fattori entrano in gioco e tra questi c'è il peso corporeo.  »

Fai la tua domanda agli specialisti