Incinta con l'”anello”: è possibile?

Dottor Gaetano Perrini A cura di Dottor Gaetano Perrini Pubblicato il 19/11/2020 Aggiornato il 19/11/2020

L'anello intravaginale svolge un'efficace azione contraccettiva, se viene impiegato in modo corretto.

Una domanda di: Nica
Sono al secondo ciclo di utilizzo di Nuvaring. Ho avuto il mio ultimo rapporto circa 8 giorni fa, da un po’ di giorni a questa parte ho notato che ho dolore al seno, quasi brucia, minzione frequente, sonnolenza, dolori al basso ventre e alla schiena (quasi simili a quelli premestruali) e perdite bianche cremose. Devo preoccuparmi riguardo una possibile gravidanza?
Dottor Gaetano Perrini
Dottor Gaetano Perrini

Buongiorno signora, se fosse il primo mese di utilizzo mi preoccuperei dell’eventualità di aver concepito PRIMA di applicarlo. Ma così, al secondo mese di impiego, non credo possa esserci la possibilità di aver dato inizio a una gravidanza, sempre che ovviamente l’utilizzo sia avevnuto in maniera corretta. Ovvio però che se non è sicura, per togliersi ogni dubbio può effettuare un test di gravidanza, va bene quello sulle urine, usando l’apposito kit fai-da-te. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Perché il bimbo in utero non si vede ancora?

23/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se l'ovulazione avviene più tardi rispetto all'ipotesi può accadere che l'embrione non sia visibile ecograficamente nell'epoca della gravidanza in cui generalmente lo è già.   »

SOS crisi di pianto inconsolabile

23/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

Una volta appurato che il lattante piange per via delle "coliche dei tre mesi", non resta che attendere pazientemente che le crisi a poco a poco diminuiscano fino a sparire. Nella ceretzza che le sue urla disperate sono espressione di forza e di salute.   »

Peso: quale aumento a quattro mesi di vita?

19/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

L'aumento di peso ha un andamento influenzato da alcune variabili, tuttavia intorno al quinto mese di vita dovrebbe essere doppio rispetto a quello presentato alla nascita.   »

Fai la tua domanda agli specialisti