Infezione da Mycoplasma del partner e aborto spontaneo: c’è un nesso?

Professor Matteo Bassetti A cura di Professor Matteo Bassetti Pubblicato il 29/04/2024 Aggiornato il 29/04/2024

In effetti un'infezione da Mycoplasma può peggiorare la qualità degli spermatozoi e, se contratta anche dalla donna, può aumentare il rischio di aborto spontaneo.

Una domanda di: Eleonora
Purtroppo un mese fa ho avuto un aborto spontaneo interno di cui si è scoperto solamente alla visita. Qualche giorno dopo sono stata in ospedale per fare aborto farmacologico. È stato chiesto al mio compagno di rifare spermiogramma e spermiocoltura, e si è scoperto che ha l’infezione da mycoplasma, sono stata sottoposta anch’io all’esame per capire se era infetta, ma grazie a Dio sono risultata negativa. Sono rimasta incinta senza sapere che il mio compagno ha questa infezione e mi chiedo se sia questa che possa aver influito sul mio aborto. Da tutte le visite e analisi a cui mi sono sottoposta non è mai emerso nulla, infatti da parte mia era tutto ok. Ora lui sta facendo cura antibiotica con Bassado e per precauzione mi hanno detto che devo farla anche io. Vorrei capire come si contrae questa infezione e se davvero possa essere stata causa dell’aborto. A me hanno detto che è una malattia a trasmissione sessuale. Ma se io non ho nulla non so come abbia fatto a prenderla. Quindi vorrei tanto capire queste due cose. Vi ringrazio infinitamente.

Matteo Bassetti
Matteo Bassetti

Cara signora,
le confermo che la trasmissione dell’infezione genitale da Mycoplasma avviene nella maggior parte dei casi per via sessuale. Non posso sapere per quale ragione il suo compagno ha subito il contagio e presenta l’infezione, però posso affermare che le infezioni da Mycoplasma possono compromettere la qualità degli spermatozoi. L’infezione nella donna può causare un’interruzione spontanea della gravidanza però dalle indagini a cui è stata sottoposta è emerso che lei non è infetta. Mi chiedo tuttavia come mai abbiano suggerito al suo compagno di effettuare la spermiocoltura che serve appunto a individuare eventuali infezioni dello sperma: forse vi hanno espresso il dubbio che vi sia un nesso con l’aborto spontaneo che ha subito? Il mio consiglio è senza dubbio quello di effettuare entrambi, come del resto vi è stato consigliato, una cura a base di doxiciclina (Bassado) e di riprovare ad avviare una gravidanza solo a guarigione del suo compagno avvenuta e documentata dagli esami specifici. Cordialmente.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Piccolissima che non gradisce il cambio del latte

17/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Migliori

Il sapore e la consistenza di un nuovo tipo di latte possono non essere accettati subito di buon grado dal neonato ed è per questo che è consigliabile che il cambiamento avvenga con gradualità, iniziando con una sola poppata.   »

Si può ridatare la gravidanza una seconda volta?

14/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La ridatazione ecografica può essere eseguita una volta sola nel primo trimestre (quando c'è più di una settimana di differenza tra il calendario ostetrico e le dimensioni effettive del feto), dopodiché se il bambino risulta più piccolo dell'atteso non si può più attribuire il dato a un concepimento...  »

Distacco: si deve stare a riposo assoluto?

11/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Stare a letto non solo non serve a cambiare in meglio il destino di una gravidanza ma può addirittura rivelarsi dannoso in quanto favorisce la formazione di trombi e peggiora notevolmente il tono dell'umore.   »

Fai la tua domanda agli specialisti