Insulino-resistenza e forte sovrappeso: si può cercare una gravidanza?

Dottor Claudio Ivan Brambilla A cura di Dottor Claudio Ivan Brambilla Pubblicato il 07/02/2024 Aggiornato il 07/02/2024

Non è opportuno cercare una gravidanza quando ci si discosta troppo dal proprio peso ideale e gli esami del sangue evidenziano una serie di valori alterati. Prima è meglio recuperare una buona forma fisica.

Una domanda di: RM
Salve sono insulinoresistente, sono in sovrappeso di 25 chilogrammi. Vorrei avere una seconda gravidanza…il diabetologo e il ginecologo la sconsigliano per il
peso e valori del colesterolo, trigliceridi e insulina 3 volte superiore…. lei che ne pensa? A livello ginecologico tutto ok. Prendo 1000 di Zuglimet
al giorno. Cordialmente.
Claudio Ivan Brambilla
Claudio Ivan Brambilla

Cara signora,
se i colleghi sconsigliano la gravidanza è perché temono che lei possa andare incontro al diabete gestazionale, un problema non da poco durante la
gestazione che può mettere seriamente in pericolo sia lei sia il suo bambino. Di sicuro dunque prima di affrontare una gravidanza dovrebbe
perdere peso, possibilmente cambiando il suo approccio con il cibo. In casi come il suo non si tratta infatti di fare una dieta dimagrante per qualche
mese, visto che nella maggior parte dei casi sono destinate a fallire per via delle eccessive privazioni, ma proprio di modificare sostanzialmente le sue abitudini alimentari. Il primo passo è quello di ridurre drasticamente il consumo di zuccheri semplici, pane, grassi animali per poi proseguire nel tempo con questa consuetudine salutare. La dieta deve essere generalmente varia, ricca di verdure e contenuta dal punto di vista delle calorie (un introito di 500 calorie al giorno in meno rispetto al fabbisogno assicura una perdita di peso graduale ma destinata a durare). Compilare un diario alimentare serve molto, perché a volte non ci si rende conto, s enon annotandolo, di quanto cibo in più rispetto al fabbisogno si introduce. Tenga presente che anche il consumo di frutta va contenuto al massimo, non più di due porzioni al giorno preferendo i frutti poco zuccherini. Naturalmente serve anche fare movimento: basta camminare ogni giorno per almeno 45 minuti per avere benefici in termini di dimagrimento, sempre ovviamente se anche si presta attenzione a quello che si mangia. Direi dunque che prima di pensare a una gravidanza dovrebbe recuperare una forma fisica soddisfacente. Ma guardi che lo dovrebbe fare anche a prescindere dalla gravidanza perché l’insulino resistenza unita all’ipercolesterolemia e a valori dei trigliceridi così alti aprono la strada al rischio malattie
cardiovascolari e di diabete che, come ben saprà, sono malattie molto gravi. Il mio consiglio è dunque di fare a sé stessa il grande dono di iniziare subito un percorso volto a recuperare il suo peso ideale e valori relativi a colesterolo, trigliceridi, insulina desiderabili. Cordialmente.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Bimba che dopo l’addio al pannolino si rifiuta di fare la cacca: che fare?

15/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

Un piccolo rituale da osservare all'occorrenza, qualche accorgimento per rendere il momento confortevole, uniti a tanta pazienza e a un atteggiamento sereno a poco a poco riescono a indurre il bambino a utilizzare il vasino e, più avanti, la tazza del wc.  »

Dopo un aborto spontaneo quanto tempo ci vuole per cominciare un’altra gravidanza?

15/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Augusto Enrico Semprini

Se un primo concepimento è avvenuto in pochi mesi, ci sono altissime probabilità (addirittura il 100%!) di avviare una nuova gravidanza entro sei mesi dall'aborto spontaneo.   »

Non mangiare frutta e verdura durante la gravidanza può essere pericoloso?

15/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se si teme una carenza di vitamina C perché con l'inizio della gravidanza è nata un'avversione verso la frutta e la verdura, si può correre ai ripari assumendo quotidianamente, per esempio, spremute di agrumi o kiwi, che ne sono ricchissimi.   »

Gambe sollevate in gravidanza: possono aver danneggiato il bambino?

08/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Durante la gravidanza, quando preoccupazioni che oggettivamente non hanno ragione di sussistere non danno tregua, mantenendo la futura mamma in uno stato ansioso costante, può senz'altro essere opportuno ricorrere all'aiuto di uno psicoterapeuta. Le continue paure ingiustificate possono, infatti, essere...  »

Si può ridatare la gravidanza una seconda volta?

14/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La ridatazione ecografica può essere eseguita una volta sola nel primo trimestre (quando c'è più di una settimana di differenza tra il calendario ostetrico e le dimensioni effettive del feto), dopodiché se il bambino risulta più piccolo dell'atteso non si può più attribuire il dato a un concepimento...  »

Fai la tua domanda agli specialisti