Integratore pro-fertilità: può danneggiare gli spermatozoi?

Dottor Antonio Clavenna A cura di Dottor Antonio Clavenna Pubblicato il 09/06/2020 Aggiornato il 09/06/2020

E' improbabile che un integratore assunto dall'aspirante papà per favorire il concepimento, anche se assunto per periodi più lunghi del consigliato, possa compromettere la qualità degli spermatozoi.

Una domanda di: Daniele
Sono un ragazzo di 31 anni e mia moglie è incinta del nostro secondo figlio. Per facilitare il concepimento, pur avendo lo spermiogramma
nella norma, il medico mi aveva suggerito di prendere fertylor, un integratore per migliorare la fertilità, da prendere per 4 mesi ( mentre
provavamo a concepire il bambino). Io tra una cosa e l’altra non sono sempre stato costante nell’assunzione e c’erano giorni che me ne
dimenticavo totalmente, in ogni caso mia moglie rimasta incinta dopo 6 mesi di tentativi e io mi ero dimenticato di sospenderlo, quindi quando è rimasta
incinta lo assumevo da almeno 5 mesi. Può questo sovraddosaggio (il medico mi aveva detto di assumerlo per 4 mesi) aver creato danni agli spermatozoi e
di conseguenza al bimbo? Grazie.

Antonio Clavenna
Antonio Clavenna

Gentile Daniele,
è alquanto improbabile che l’assunzione paterna dell’integratore alimentare Fertylor, anche se prolungata oltre la durata generalmente suggerita, possa comportare un aumento del rischio di malformazioni. Il/la ginecologo/a di sua moglie saprà consigliare gli esami da effettuare (per esempo l’ecografia morfologica) per monitorare l’andamento della gravidanza e verificare l’eventuale presenza di malformazioni o di altri problemi nello sviluppo fetale. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Perché il bimbo in utero non si vede ancora?

23/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se l'ovulazione avviene più tardi rispetto all'ipotesi può accadere che l'embrione non sia visibile ecograficamente nell'epoca della gravidanza in cui generalmente lo è già.   »

SOS crisi di pianto inconsolabile

23/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

Una volta appurato che il lattante piange per via delle "coliche dei tre mesi", non resta che attendere pazientemente che le crisi a poco a poco diminuiscano fino a sparire. Nella ceretzza che le sue urla disperate sono espressione di forza e di salute.   »

Peso: quale aumento a quattro mesi di vita?

19/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

L'aumento di peso ha un andamento influenzato da alcune variabili, tuttavia intorno al quinto mese di vita dovrebbe essere doppio rispetto a quello presentato alla nascita.   »

Fai la tua domanda agli specialisti