Interruzione spontanea di una gravidanza iniziale: dopo quando il ciclo si regolarizza?

Dottor Gaetano Perrini A cura di Dottor Gaetano Perrini Pubblicato il 03/01/2022 Aggiornato il 16/05/2022

Di solito, dopo un aborto spontaneo ci vuole circa un mese affinché le mestruazioni ricompaiano. Ma non è una regola assoluta.

Una domanda di: Una lettrice
L’11 novembre ho avuto una biochimica. Da qualche giorno ho ripetuto le beta che ancora risultavano essere 89, a distanza di 40 giorni, e ancora niente mestruazioni. La mia ginecologa dice di aspettare le mestruazioni e ripetere il tutto per eventualmente procedere ad un raschiamento. Quando dovrei aspettare ancora per l’arrivo delle mestruazioni? Grazie.
Dottor Gaetano Perrini
Dottor Gaetano Perrini

Buongiorno signora, colgo l’occasione per precisare che quella che lei definisce “biochimica” è una gravidanza che si è interrotta prima che fosse possibile visualizzarla in utero con l’ecografia. “Biochimica” in quanto a stabilirne l’inizio è stata la rilevazione dell’ormone beta-hCG nelle urine o nel sangue (test positivo). Normalmente la mestruazione dopo un aborto spontaneo si ripresenta a distanza di circa un mese all’espulsione del materiale abortivo. Tuttavia la persistenza di beta-hCG come nel suo caso può determinare un ritardo nella ripresa della funzione ovarica regolare. Mi mancano altri dati per meglio comprendere la sua situazione generale: non mi ha riferito la sua età, eventuali alterazioni della tiroide, disturbi diagnosticati, cure farmacologiche intraprese, eventuale condizione di sovrappeso o sottopeso. Comunque sia, la cosa corretta da fare è un controllo ecografico, per visualizzare la cavità uterina, associato a un altro dosaggio delle beta nel sangue, per capire se diminuiscono. le consiglio quindi di mettersi in contatto con il ginecologo per effettuare l’ecografia. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Ansia e attacchi di panico in gravidanza e lo psichiatra (incomprensibilmente) sospende i farmaci

12/08/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Non è comprensibile la ragione per la quale una donna che soffre di un disturbo ansioso con attacchi di panico dovrebbe sospendere i farmaci per il solo fatto di essere incinta, tanto più che medicinali che controllano i sintomi e sono compatibili con la gravidanza ci sono.  »

A riposo assoluto da un mese per via di uno “scollamento”

08/08/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elsa Viora

Il riposo assoluto in gravidanza è inutile e potrebbe essere dannoso, anche in caso di scollamento amnio-coriale. Molto meglio condurre una vita normale, evitando ovviamente gli strapazzi.   »

Cosa vuol dire “sopra il quinto percentile”?

04/07/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Arianna Prada

Una crescita sopra il quinto percentile rappresenta il 95% della popolazione.  »

Fai la tua domanda agli specialisti