Intervallo tra Tetravac e Proquad: due mesi non sono troppo pochi?

Dottor Rocco Russo A cura di Dottor Rocco Russo Pubblicato il 15/03/2021 Aggiornato il 20/03/2021

La vaccinazione contro difterite, tetano, pertosse potrebbe essere effettuata nello stesso giorno della vaccinazione contro morbillo, parotite, rosolia e varicella.

Una domanda di: Clara
Mia figlia di 5 anni… il 24 febbraio ha ricevuto il vaccino TETRAVAC …..il 30 aprile dovrà fare il PROQUAD. La domanda è: il tempo trascorso tra le due vaccinazioni è sufficiente ( 2 mesi) o è consigliabile qualche tempo in più tra le 2 vaccinazioni? Questo dubbio mi sorge perché alla mia prima figlia furono fatti trascorrere ben 3 mesi tra gli stessi vaccini. Grazie in anticipo.

Rocco Russo
Rocco Russo

Gentile Signora,
sua figlia, come previsto anche dal vigente Piano Nazionale Vaccini, nella seduta vaccinale del 24 febbraio avrebbe potuto effettuare in sedi anatomiche diverse: deltoide destro e sinistro sia il Tetravac (vaccino inattivato) e sia Proquad (vaccino a virus attenuto); nel caso in cui tali tipi di vaccini non vengono co-somministrati, le linee guida non raccomandano alcun intervallo di tempo tra le due vaccinazioni, mentre nel caso in cui si fosse trattato di due vaccini a virus attenuati (esempio Morbillo-Parotite-Rosolia o Varicella) si sarebbe dovuto rispettare un intervallo minimo tra le dosi di almeno quattro settimane.
È bene tenere presente che quando è prevista la somministrazione di due vaccini nella stessa seduta vaccinale, oltre alla garanzia di sicurezza ed efficacia, viene offerta anche l’opportunità di evitare che il bambino, per motivi inerenti agli appuntamenti di agenda dello stesso centro vaccinale, venga prenotato in tempi lunghi che lo espongono anche al rischio di non essere adeguatamene protetto nei confronti della specifica malattia prevenibile con vaccino. Non esisti dunque a vaccinare sua figlia quando sarà il suo turno. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Fimosi dei maschietti: agire con cautela e cognizione di causa è d’obbligo!

04/08/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Alessia Bertocchini

Paradossalmente può essere la manovra che a volte si esegue per favorire lo scorrimento del prepuzio sopra il glande a ostacolare la risoluzione spontanea della fimosi, quindi a peggiorarla.  »

Menarca a 10 anni: è preoccupante?

03/08/2021 Gli Specialisti Rispondono di Professor Gianni Bona

La prima mestruazione a 10 anni non è un fenomeno significativo dal punto di vista medico, mentre lo è il sovrappeso che probabilmente ne ha favorito la comparsa.   »

In ansia per quello che non mangerà alla scuola materna

31/07/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

All'asilo i bambini tendono ad accettare di buon grado pietanze che a casa respingono, per imitare i coetanei. L'ingresso in comunità sotto il profilo dell'alimentazione è spesso provvidenziale.   »

Fai la tua domanda agli specialisti