Iperinsulinemia: posso rimanere incinta?

Dottoressa Elisa Valmori A cura di Dottoressa Elisa Valmori Pubblicato il 18/03/2020 Aggiornato il 18/03/2020

Ci sono farmaci che correggono l'iperinsulineamia, favorendo la possibilità di dare inizio a una gravidanza.

Una domanda di: Agatina
La mia situazione è ovaio policistico, ciclo puntuale 28 – 29 giorni, quadro ormonale nonostante ciò perfetto, tutto nella norma, abbiamo scoperto una iperinsulinemia. Inizio ad assumere Slowmet 1000, peso nella norma, ovulazione presente monitoraggio follicolare al 12 giorno, follicolo 2 cm al 16 giorno, follicolo 2,7 al 18 giorno follicolo scoppiato. La mia domanda è possibile rimanere incinta con questa situazione ? Non è considerato troppo maturo il follicolo e quindi non buono? Inoltre è possibile che la Metformina migliori l’ovulazione facendo scoppiare il follicolo a 2.2? Da poco scoperto lievi intolleranza glutine e lattosio, migliorando l’alimentazione potrei avere un miglioramento?
Assumo Nosifol d come integratore.
Grazie.
Elisa Valmori
Elisa Valmori

Gentile signora, mi scusi se l’ho fatta attendere per la risposta alla sua domanda…almeno le porto delle buone notizie!
Per prima cosa direi che sarei curiosa di sapere in che modo sia stata posta la diagnosi di ovaio policistico se il suo ciclo mestruale arriva comunque puntuale… Non vorrei le avessero dato delle cattive notizie in termini di fertilità!
E’ vero che in presenza di insulino-resistenza, anche l’ovulazione può essere ostacolata e, di conseguenza, ridotte le possibilità del concepimento che immagino voi stiate ricercando.
Ci terrei a precisare, però, che il concepimento è certamente possibile anche se l’ovulazione si verifica in 18° giornata invece che in 14° e che questo ritardo non inficia (per fortuna!) la buona qualità dell’ovocita.
La metformina (slowmet) è di sicuro un ottimo strumento per correggere questa insulinoresistenza.
Viene anche soprannominata “farmaco-cicogna” e immagino lei possa intuire il motivo.
Non le so dire se la metformina faccia ovulare con un follicolo di 2.2 invece che 2.7 ma direi che agisce velocizzando i tempi in cui si arriva ad avere il follicolo maturo, ossia di dimensioni maggiori, pronto per la rottura.
Anche l’integrazione con D-chiro-inositolo e Myo-inositolo vanno nella stessa direzione della metformina ossia facilitano non solo l’ovulazione ma, sembra, anche la buona qualità della cellula uovo.
Certamente i farmaci non sono l’unica arma per vincere l’insulino-resistenza!
Anche l’esercizio fisico è un ottimo alleato. Lei mi riferisce un peso corporeo nella norma e anche questo è un buon punto di partenza.
Di sicuro la dieta è un altro pilastro fondamentale. Se lei ha delle intolleranze alimentari, è utile che osservi un’alimentazione priva di glutine e lattosio almeno per un breve periodo, poi le consiglierei di farsi aiutare da un nutrizionista per valutare se e quando cercare di reintrodurre questi alimenti nella sua dieta.
Un altro elemento prezioso che ci conferma la fertilità femminile, è la presenza di muco cervicale. Infatti, è proprio il muco prodotto dalla cervice ossia dal collo dell’utero che permette agli spermatozoi di risalire dalla vagina in utero e poi di accedere alle tube di Falloppio. Il muco fertile si può notare quando si va ai servizi, osservandolo sulla carta igienica dopo essersi asciugate. Avvicinandosi all’ovulazione, aumentano le caratteristiche della filanza e della trasparenza, diventa simile all’albume dell’uovo. Questo permette di confermare il buon andamento ormonale e l’efficacia delle terapie che sta assumendo.
E’ possibile imparare i metodi naturali di regolazione della fertilità da un’insegnante qualificata, che le permetterà di essere più consapevole della meraviglia del suo corpo di donna, senza dover necessariamente ricorrere al monitoraggio dell’ovulazione per essere certa di aver ovulato.
A disposizione se desidera per ulteriori chiarimenti, cordialmente.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Bimba di tre anni che fa sempre le stesse domande

26/03/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dott. Leonardo Zoccante

E' normale che un bambino di tre anni chieda e richieda spesso le stesse cose: le risposte che ottiene (e che ci devono sempre essere) gli servono per consolidare le sue conoscenze.   »

Quarto cesaeo: quali pericoli?

24/03/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Di fatto una quarta gravidanza dopo tre parti cesarei può presentare delle complicazioni che richiedono un controllo attento.   »

Incinta a 42 anni: quali rischi?

20/03/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

E' possibile che una gravidanza che inizia in età avanzata non vada a buon fine escusivamente per questioni anagrafiche, ma lo è anche che tutto proceda per il meglio.  »

Fai la tua domanda agli specialisti