Irregolarità mestruale a 47 anni: cosa può essere?

Dottor Claudio Ivan Brambilla A cura di Dottor Claudio Ivan Brambilla Pubblicato il 21/01/2022 Aggiornato il 21/01/2022

A 47 anni la menopausa si avvicina: le irregolarità mestruali ne rappresentano le avvisaglie fisiologiche.

Una domanda di: Lorenza
Gentile dottore, sono una donna di 47anni che ha sempre avuto un ciclo mestruale regolare. Nell’ultimo anno però ho notato che a volte ritarda. Soffro di ipotiroidismo ma anche quando avevo il TSH altissimo, era puntuale. I ritardi li ho avuti a luglio, novembre 2021. E questo mese,non so se per l’uso di antibiotici, per influenza sta ritardando di nuovo. Ho la ritenzione idrica, emicrania e gonfiore, classici sintomi preciclo. Escludo gravidanza perché ho solo avuto un rapporto con profilattico integro. Ultimo ciclo il 13 dicembre. Sto provando a mettere borsa dell’acqua calda, ma nulla. Ho solo notato che il muco ovulatorio l’ho visto molto tardi rispetto ad altre volte. Fatta vista ginecologica a ottobre è tutto ok tranne forse premenopausa…La ringrazio anticipatamente.
Claudio Ivan Brambilla
Claudio Ivan Brambilla

Gentile signora, alla sua età, oltretutto con rapporti sessuali protetti, ha ragione a escludere una gravidanza. Quelle che descrive sono le avvisaglie della menopausa, cioè della cessazione definitiva delle attività delle ovaie. In genere, l’inizio dell’irregolarità mestruale è proprio il primo segnale. Visto che si è sottoposta a tutti i controlli a ottobre e che è risultato tutto a posto non so di che cosa si sta preoccupando. Tutto quello che descrive è fisiologico. Per quanto riguarda il muco ovulatorio, tenga presente che l’ovulazione in età matura non si verifica puntualmente ogni mese, perché la riserva ovarica è pressoché esaurita. Se lo ritiene opportuno può effettuare i dosaggi ormonali (non è indispensabile), da cui si può evincere l’imminenza della menopausa. Può inoltre essere utile un’ecografia. Tuttavia, a mio parere non ha molto senso medicalizzare troppo una fase della vita del tutto naturale, come lo è appunto quella in prossimità della fine della vita fertile. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Distacco amniocoriale: tanti dubbi dopo la diagnosi.

23/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Il distacco tra le due strutture che costituiscono la placenta, il sacco amniotico e il sacco coriale ("guscio" della camera gestazionale), non coincide con il distacco della placenta, molto più grave.   »

Quali regole per prevenire la toxoplasmosi?

19/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Le regole che consentono di evitare il contagio da parte del Toxoplasma sono semplicissime ed efficaci.   »

Bimbo di sette mesi con un “buchetto” sopra il sederino: è preoccupante?

16/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Alessia Bertocchini

La presenza di una fossetta sacro-coccigea a fondo cieco, se non è associata ad altri segnali che possano far pensare a un problema della colonna vertebrale, non è significativa.   »

Fai la tua domanda agli specialisti