Irregolarità mestruale dopo un aborto spontaneo

Dottoressa Elisa Valmori A cura di Dottoressa Elisa Valmori Pubblicato il 15/07/2020 Aggiornato il 15/07/2020

Dopo un'interruzione spontanea della gravidanza il corpo, a volte occorre del tempo affinché il ciclo mestruale torni a essere regolare.

Una domanda di: Luisa
Salve, il il 14 giugno ho avuto un aborto spontaneo ero di 2 settimane. E ora il 14 mi doveva venire il ciclo giusto? Come mai non ho dolori al seno e le mestruazioni non sono arrivate? Oggi è 14 luglio ma non ancora sto prendendo il Chirofert plus. Non mi fa male niente. Mi può dire cosa può essere al più presto? Sono preoccupata, grazie mille.

Elisa Valmori
Elisa Valmori

Salve cara signora, non sia preoccupata: dopo un aborto spontaneo il corpo impiega a volte del tempo per riprendere la normale regolarità del ciclo mestruale. L’aborto spontaneo non è paragonabile ad una mestruazione perchè si erano messi in moto ormoni diversi e questi stessi ormoni devono avere il tempo di azzerarsi perchè l’ovaio capisca che può riprendere la maturazione di nuovi follicoli, in vista di un nuovo futuro concepimento.
Il prodotto che lei sta assumendo, chirofert plus, dovrebbe facilitare il processo dell’ovulazione e in qualche modo favorire la buona qualità della cellula uovo ma si tratta comunque di un integratore quindi non possiamo aspettarci che faccia miracoli.
Lei riferisce di non avvertire dolori al seno o altrove, segno che è attenta ai segnali che il corpo manda rispetto all’arrivo del ciclo. E’ possibile fare caso anche allo sviluppo del sintomo del muco cervicale osservando sulla carta igienica le caratteristiche di questo muco in termini di filanza, trasparenza e contestualmente notare se a livello vulvare lei nota una sensazione di umido che nei giorni diventa bagnato e arriva allo scivoloso/lubrificato in corrispondenza della produzione di muco più fertile (ossia trasparente e filante). Sono anche questi indicatori preziosi di fertilità e di buon funzionamento delle sue ovaie. Su questi semplici sintomi si basa il metodo dell’ovulazione Billings, un metodo naturale che è possibile imparare (gratuitamente) con l’aiuto di insegnanti qualificate che possono farci gustare la ricchezza del nostro essere donne e favorire la complicità della coppia anche sul versante corporeo, vedrete che ne vale la pena!
Spero di esserle stata di aiuto, resto a disposizione se desidera, cordialmente.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

C’è una pianta officinale per favorire la lattazione?

17/10/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Antonello Sannia

Esiste una buona documentazione scientifica che comprova gli effetti benefici del Cardo mariano sulla lattazione.   »

Dosaggio delle beta-hCG a nove giorni dal rapporto a rischio

12/10/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Gaetano Perrini

Un prelievo di sangue effettuato a pochi giorni dal rapporto sessuale per verificare se il concepimento è avvenuto fornisce un risultato non attendibile, Meglio evitare.   »

Bimba che fatica ad addormentarsi: le si può dare la melatonina?

06/10/2020 Gli Specialisti Rispondono di Professor Francesco Peverini

Dormire è fondamentale per tutti, ma in particolare per i bambini: cercare un rimedio contro un eventuale disturbo del sonno è dunque opportuno.   »

Sono incinta: posso continuare ad allattare?

14/09/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se lo si desidera, non c'è ragione di smettere di allattare quando inizia una nuova gravidanza.   »

Fai la tua domanda agli specialisti