Isterosalpingografia: successivamente potrebbe ostacolare il concepimento?

A cura di Augusto Enrico Semprini Pubblicato il 16/10/2023 Aggiornato il 16/10/2023

L'isterosalpingografia non è di ostacolo al concepimento, il suo problema è che fornisce informazioni scarse sulla salute e sulla funzionalità delle tube.

Una domanda di: Alida
Sono una ragazza di 40 anni, stiamo cercando un bimbo che non arriva e ho un ciclo di circa 25 giorni con ovulazione al 9/10 giorno di ciclo. Ho effettuato una isterosalpingografia all’8 giorno con esito tuba sinistra chiusa. Fatta lavanda la mattina stessa, test gravidanza negativo, evitato rapporti, sconsigliato di averne fino alle mestruazioni successive e assunto antibiotico per tre giorni dal giorno precedente. Dopo la visita ho avuto perdite di sangue che sembravano essere cessate un paio di giorni dopo, quando poi il ginecologo mi ha sottoposta a insufflazione tubarica preceduta da ecografia dove mi ha confermato l’ovulazione dalla parte destra, in effetti era presente molto muco. Mi ha informata che avrei avuto altre perdite e dolore alla spalla destra. Dopo mezz’ora ho avuto perdite di sangue rosso vivo con uno strano coaugulo di circa 3 cm x 3 e poi nessun dolore alla spalla. Le perdite sono diventate leggere e poi scure, presenti a volte ancora sugli slip le sto continuando ad avere ad oggi a 6 giorni dall’insufflazione con senso di pesantezza al basso ventre verso la parte destra. Le mie domande sono queste: avendo effettuato questi due esami così ravvicinati potrei aver avuto ancora sangue nell’utero e con l’insufflazione averlo spinto verso le tube e averle compromesse in qualche modo? Quel coaugulo di sangue potrebbe essere ancora il liquido di contrasto presente, il muco o cos’altro? Non avendo avvertito il dolore alla spalla sinistra significa che l’insufflazione non ha avuto successo? Grazie mille.
Augusto Enrico Semprini
Augusto Enrico Semprini

Cara Alida, deve eseguire per tranquillità un test di gravidanza sulle prime urine del mattino. Dovrebbe essere negativo ma sappiamo che le isterosalpingografie qualche volta regalano un lavaggio tubarico che permette un concepimento. E sappiamo anche che se vi è un danno tubarico la possibilità di gravidanza extra uterina è presente e deve essere escluso con certezza. Se il test è negativo possiamo stare tranquilli, le conseguenze che lei paventa non sono rilevanti, e il problema dell’isterosalpingografia non è di creare ostacoli, è la scarsa qualità dell’informazione che dà sulla salute e sulla funzionalità tubarica. Mi sembra che stia ricevendo ottime cure. Deve discutere con il suo ginecologo come proseguire nelle cure per questa infertilità perché l’età ci impone di muoverci rapidamente.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Bimba che dopo l’addio al pannolino si rifiuta di fare la cacca: che fare?

15/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

Un piccolo rituale da osservare all'occorrenza, qualche accorgimento per rendere il momento confortevole, uniti a tanta pazienza e a un atteggiamento sereno a poco a poco riescono a indurre il bambino a utilizzare il vasino e, più avanti, la tazza del wc.  »

Dopo un aborto spontaneo quanto tempo ci vuole per cominciare un’altra gravidanza?

15/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Augusto Enrico Semprini

Se un primo concepimento è avvenuto in pochi mesi, ci sono altissime probabilità (addirittura il 100%!) di avviare una nuova gravidanza entro sei mesi dall'aborto spontaneo.   »

Non mangiare frutta e verdura durante la gravidanza può essere pericoloso?

15/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se si teme una carenza di vitamina C perché con l'inizio della gravidanza è nata un'avversione verso la frutta e la verdura, si può correre ai ripari assumendo quotidianamente, per esempio, spremute di agrumi o kiwi, che ne sono ricchissimi.   »

Gambe sollevate in gravidanza: possono aver danneggiato il bambino?

08/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Durante la gravidanza, quando preoccupazioni che oggettivamente non hanno ragione di sussistere non danno tregua, mantenendo la futura mamma in uno stato ansioso costante, può senz'altro essere opportuno ricorrere all'aiuto di uno psicoterapeuta. Le continue paure ingiustificate possono, infatti, essere...  »

Si può ridatare la gravidanza una seconda volta?

14/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La ridatazione ecografica può essere eseguita una volta sola nel primo trimestre (quando c'è più di una settimana di differenza tra il calendario ostetrico e le dimensioni effettive del feto), dopodiché se il bambino risulta più piccolo dell'atteso non si può più attribuire il dato a un concepimento...  »

Fai la tua domanda agli specialisti