La chiusura delle tube provoca irregolarità mestruale?

Dottor Gaetano Perrini A cura di Dottor Gaetano Perrini Pubblicato il 27/05/2022 Aggiornato il 27/05/2022

La regolarità del ciclo mensile dipende dalle ovaie e non dalla condizione delle tube. La loro chiusura non comporta dunque cambiamenti delle caratteristiche delle mestruazioni.

Una domanda di: Anita

Ho partorito circa 6 mesi fa e mi sono fatta chiudere le tube, da quando ho partorito il ciclo è tanto tanto da usare l’assorbente che si usa quando si partorisce. La mestruazione mi dura 5/6 giorni e per 2/3 giorni è abbondantissima. Grazie.

Dottor Gaetano Perrini
Dottor Gaetano Perrini

Buongiorno signora, dal quesito formulato immagino che lei voglia comprendere se l’intervento di legatura delle tube effettuato qualche mese fa può essere in grado di modificare il regolare ciclo mestruale. Il ciclo normalmente è il risultato di una stimolazione ovarica legata alla produzione di estrogeni e di progesterone ciclica che determina, in base alle condizioni, lo scollamento mucosa che riveste l’interno della cavità dell’utero e, di conseguenza, la comparsa del flusso. L’intervento di legatura delle tube non altera la produzione ovarica ormonale e pertanto mi sento di tranquillizzarla. È possibile tuttavia che il puerperio determini ancora una produzione ormonale ovarica non perfetta e che quest’ultima sia la causa delle irregolarità.  Contatti pertanto il suo specialista di riferimento per valutare la funzione ovarica ipofisaria e tiroidea  in modo da verificare che non ci sia un disordine alla base del sintomo. Si tratta semlicemente di effettuare l’esame del sangue per i dosaggi ormonali. Sperando di essere stato utile, la saluto con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

 

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Continue infezioni delle vie urinarie: che fare?

27/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Nel caso in cui si vada incontro a numerose infezioni delle vie urinarie diventa necessario rivolgersi a uno specialista in urologia o uro-ginecologia per farsi indicare il percorso terapeutico più efficace e, quindi, risolutivo.   »

Tutti figli maschi: casualità o genetica?

24/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Paolo Gasparini

Ogni fecondazione costituisce una storia a sé e ogni volta si hanno le stesse probabilità di concepire un maschio o una bambina. È, dunque, sempre il caso a "tirare i dadi".  »

Concepimento: dopo due mesi non si è ancora verificato, c’è da preoccuparsi?

16/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Non fa bene alla fertilità di coppia farsi prendere dall'ansia del risultato immediatamente dopo aver deciso di avere un figlio. Non è, infatti, automatico che la gravidanza inizi quando viene decisa, ma questo non è affatto preoccupante.  »

Fai la tua domanda agli specialisti