La paura di essere incinta può far tardare la mestruazione?

Dottoressa Elisa Valmori A cura di Dottoressa Elisa Valmori Pubblicato il 02/03/2021 Aggiornato il 02/03/2021

C'è da dubitare che il timore di una gravidanza possa influire sulla regolarità del ciclo, tuttavia se la paura è ogni mese tanta è senza dubbio opportuno adottare un metodo contraccettivo.

Una domanda di: Imma
Avrei bisogno di farle una domanda. Premetto di avere un ciclo
sempre irregolare che va dai 10 ai 15 giorni sempre di ritardo rispetto al
mese precedente. Il 19 dicembre 2020 ho avuto il ciclo durato fino al 23. Il
6 gennaio 2021 inizio ad avere perdite rossastre durate all’incirca fino al
18 gennaio. Tempo indietro mi è capitato di non avere le mestruazioni ma di avere
solo perdite per più giorni). Può essere che gennaio abbia sfogato in quel modo
invece di un vero e proprio flusso mestruale? Ora sono in attesa dellle mestruazioni ma la
paura di essere incinta mi rende particolarmente ansiosa e nervosa. Può il
mio stato mentale influire negativamente sull’arrivo delle mestruazioni? Ho paura
di fare il test. Sono terrorizzata dal suo esito.

Elisa Valmori
Elisa Valmori

Salve signora, provo a risponderle ma mi mancano alcuni elementi preziosi ad esempio la sua età, lo stile di vita, la sua costituzione, la presenza di eventuali patologie e relative terapie farmacologiche…insomma, in una parola mi manca la sua anamnesi!
Detto ciò, posso risponderle al quesito finale della lettera ossia se lo stato mentale può o meno influire sull’arrivo del ciclo.
Direi che è una domanda più che legittima e la risposta non è nemmeno così semplice…come dice la Mannoia noi donne siamo dolcemente complicate…
Io ritengo che abitualmente accada il contrario, ossia gli ormoni femminili condizionano negativamente il nostro stato mentale nel periodo che precede l’arrivo del ciclo mestruale e positivamente in prossimità dell’ovulazione. In condizioni particolari (ad esempio un carico di stress anomalo come per un esame, un incidente, un lutto…) sarà il nostro stato mentale ad impattare negativamente sulla regolarità del ciclo mestruale. Nel suo caso, dubito che basti la paura di essere rimasta incinta a far sì che effettivamente il ciclo si faccia desiderare. Lo ha scritto lei stessa di avere sempre un ciclo irregolare con 10-15 giorni di ritardo!
Vale la pena di programmare un controllo ginecologico per valutare come meglio sostenere la regolarità del suo ciclo e, se non desidera ricercare una gravidanza, trovare un metodo che l’aiuti in questo senso, così da non vivere tanti giorni sospesa nell’ansia di avere un clandestino a bordo.
Spero di averla aiutata, a disposizione se desidera, cordialmente.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Reazioni sulla pelle dopo il vaccino anti-Covid

12/04/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Rocco Russo

Le eventuali reazioni locali all'inoculazione del vaccino possono essere controllate con pomate a base di antistaminico.  »

Feto un po’ più grande rispetto all’atteso

12/04/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Gaetano Perrini

La gravidanza può essere ridatata grazie a quanto rilevato con la prima ecografia.   »

Smettere di allattare e sensi di colpa

27/03/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Le mamme sono specializzate in sensi di colpa, ma forse riuscirebbero a nutrirne di meno se solo acquisissero la consapevolezza che la tristezza e l'ansia che ne derivano non fanno bene alla serenità del bambino.   »

Fai la tua domanda agli specialisti