La pillola dei 5 giorni ha un’azione che si protrae nel tempo?

Dottor Bruno Mozzanega A cura di Dottor Bruno Mozzanega Pubblicato il 26/04/2022 Aggiornato il 26/04/2022

Ci può volere più di un ciclo affinché l'endometrio, che l'assunzione della pillola ellaOne rende inospitale per un eventuale prodotto del concepimento, ritorni in una condizione di normalità.

Una domanda di: C.P.
Gentile professor Mozzanega, l’assunzione di EllaOne può comportare effetti a lungo termine anche in caso di gravidanze future? Leggevo che il oltre al ritardo dell’ovulazione, tale farmaco agisce rendendo l’endometrio inospitale, impedendo anche attraverso questo effetto che si instauri la gravidanza. Ora la mia domanda è questa e Le chiedo: tale effetto antiannidamento è transitorio e limitato solo al mese di effettiva assunzione di EllaOne oppure esiste la possibilità che l’endometrio resti “inospitale” anche nei cicli successivi rendendo così difficile l’impianto, in caso di gravidanza futura? Spero di essermi spiegata. Grazie per il tempo che riuscirà a dedicarmi.
Bruno Mozzanega
Bruno Mozzanega

Gentile signora, quando ellaOne viene assunto nei giorni più fertili del ciclo, a cui si deve oltre il 70% dei concepimenti, l’ovulazione avviene sempre. Il concepimento è quindi possibile, ma l’endometrio è inospitale in qualunque momento del ciclo il farmaco venga assunto. Oltre che nell’endometrio, il recettore per il progesterone, la cui attività è impedita da ellaOne, è presente in quasi tutti i tessuti che formano gli organi. Mentre nell’endometrio ellaOne si lega allo strato funzionale, che ciclicamente viene eliminato e rinnovato, gli altri tessuti non “mestruano” e il farmaco si accumula. Ulipristal, il principio attivo, si è dimostrato particolarmente tossico nel fegato e un farmaco che lo contiene – Esmya – è stato praticamente tolto dal commercio. L’endometrio, quindi, è l’unico tessuto a liberarsi del farmaco. L’endometrio torna comunque idoneo all’annidamento, anche se per una sua piena normalizzazione può essere necessario più di un ciclo. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Distacco amniocoriale: tanti dubbi dopo la diagnosi.

23/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Il distacco tra le due strutture che costituiscono la placenta, il sacco amniotico e il sacco coriale ("guscio" della camera gestazionale), non coincide con il distacco della placenta, molto più grave.   »

Quali regole per prevenire la toxoplasmosi?

19/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Le regole che consentono di evitare il contagio da parte del Toxoplasma sono semplicissime ed efficaci.   »

Bimbo di sette mesi con un “buchetto” sopra il sederino: è preoccupante?

16/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Alessia Bertocchini

La presenza di una fossetta sacro-coccigea a fondo cieco, se non è associata ad altri segnali che possano far pensare a un problema della colonna vertebrale, non è significativa.   »

Fai la tua domanda agli specialisti