La sindrome di Chiari si diagnostica in gravidanza?

Dottor Leo Venturelli A cura di Dottor Leo Venturelli Pubblicato il 20/12/2018 Aggiornato il 20/12/2018

La variante più frequente della sindrome - il tipo I - non può essere diagnosticata durante la gravidanza.

Una domanda di: Anna
Salve dottore, una cortesia vorrei sapere se la sindrome di Arnold Chiari é diagnosticabile in gravidanza oppure se si manifesta alla nascita.
Leo Venturelli
Leo Venturelli

La sindrome è diagnosticabile in gravidanza nelle sue varianti II,III, IV, tramite ecografia, che può identificare anomalie in sede encefalica.; la variante non dà segnali spesso anche dopo la nascita. Ma perchè ha pensato a questa malattia? Con cordialità.
Nota della redazione: esiste un’associazione fondata nel 2005 da due persone che vivono direttamente l’esperienza della variante I della malattia. Nel sito ci sono varie informazioni sulla sindrome. L’indirizzo è: www.aismac.org

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Creme solari: si possono usare in allattamento?

24/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Antonio Clavenna

Durante l'allattamento è opportuno usare, all'occorrenza, prodotti per la protezione dai raggi del sole contenenti filtri fisici e non chimici.   »

Quali regole per prevenire la toxoplasmosi?

19/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Le regole che consentono di evitare il contagio da parte del Toxoplasma sono semplicissime ed efficaci.   »

Bimbo di sette mesi con un “buchetto” sopra il sederino: è preoccupante?

16/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Alessia Bertocchini

La presenza di una fossetta sacro-coccigea a fondo cieco, se non è associata ad altri segnali che possano far pensare a un problema della colonna vertebrale, non è significativa.   »

Fai la tua domanda agli specialisti