L’ecografia non visualizza né sacco vitellino né embrione

Dottoressa Elisa Valmori A cura di Dottoressa Elisa Valmori Pubblicato il 30/05/2022 Aggiornato il 30/05/2022

Se con il passare delle settimane la gravidanza non si evidenzia all'ecografia, significa che non sta evolvendo. E questo vale anche se non ci sono perdite di sangue.

Una domanda di: Gilda
Vista la sua gentilezza le chiedo una informazione. Le avevo scritto che in ospedale avevano visto camera gestazionale di 7 mm e
sacco vitellino, stamattina sono andata a visita privata, la ginecologa mi ha detto che la camera gestazionale è di 9 mm ma non si vede sacco
vitellino, ha visionato l’eco del giorno 22 della ginecologa in ospedale,e dalle foto non vedeva il sacco vitellino, come può essere possibile? Che
cosa devo fare? Cosa devo pensare? Ho un sacco di paura.Grazie dottoressa.
Elisa Valmori
Elisa Valmori

Salve cara Gilda, temo di doverle dare io la brutta notizia…o forse la ginecologa che l’ha vista privatamente le ha fissato un ulteriore appuntamento? Se oggi non si vede non solo l’embrione ma nemmeno più il sacco vitellino significa purtroppo che la sua gravidanza non sta evolvendo e che siamo con tutta probabilità di fronte ad un aborto interno molto precoce (5 settimane di sviluppo).
Magari è alla sua prima gravidanza e questo capisco che sia una doccia non fredda ma gelida. La cosa che mi sembra opportuno sapere è che in caso di aborto interno così precoce, non c’è alcuna urgenza di effettuare il raschiamento per pulire l’utero e ci si può dare fino a 3-4 settimane di tempo per attendere che la natura faccia il suo corso. Non ci sono rischi di infezioni a carico della gravidanza che si interrompa spontaneamente nell’utero e scegliendo la condotta di attesa si può con più calma metabolizzare la notizia spiacevole e lasciare andare questo minuscolo fagiolino per la sua strada.
Sarei propensa anche a suggerirle un ulteriore ultimo controllo ecografico a distanza per sincerarsi della sua situazione…a volte i miracoli accadono!
Nel frattempo la invito a non avere paura in quanto una gravidanza che si interrompe così precocemente, non necessita di solito l’esecuzione del raschiamento uterino e si può invece optare per la cosiddetta condotta di attesa in cui si aspetta che arrivi una mestruazione poco più abbondante del solito.
Le sono vicina anche se a distanza e resto a disposizione se desidera, cordialmente.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Bimba di sette mesi con piccolissime cisti dei plessi corioidei

02/02/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Carlo Efisio Marras

In generale la sola presenza di cisti dei plessi corioidei, anche se richiede controlli non desta preoccupazione. Diverso è il caso in cui, in prossimità dei plessi corioidei, si sviluppano le cosiddette cisti aracnoidee.  »

Un solo neo, tre pareri specialistici diversi: a chi credere?

31/01/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Floria Bertolini

Ogni specialista ha le sue precise ragioni quando indica il da farsi rispetto a un neo, in particolare quando i singoli pareri vengono espressi a distanza uno dall'altro.   »

Dodicenne con tosse abbaiante, incessante, resistente alle cure

30/01/2023 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

Una volta escluse le cause organiche, occorre pensare che la comparsa di una tosse che non risponde ad alcuna cura e non dà tregua durante la giornata sia in relazione con un disagio emotivo che può avere come origine un problema legato alla scuola (e ai compagni).   »

Fai la tua domanda agli specialisti