L’embrione cresce ma non si vede il battito: perché?

Professoressa Anna Maria Marconi A cura di Professoressa Anna Maria Marconi Pubblicato il 24/10/2022 Aggiornato il 24/10/2022

Il fatto che l'embrione cresca è un ottimo segno, che fa ben sperare in una gravidanza evolutiva, ma sarà il trascorrere dei giorni a svelare se tutto sta davvero andando per il meglio.

Una domanda di: Chiara
Buongiorno dottoressa, sono alla mia terza gravidanza, 8 settimane e 2 giorni.l, u.m. 27 agosto 2022. Prima eco effettuata a 6+2, presenza della camera gestazionale, assenza di battito, embrione 2.2 mm. Questa mattina 8+2, embrione cresciuto a 4.5 mm, ma battito ancora assente. Aggiungo che sto ancora allattando la mia seconda bimba. È possibile che l’embrione sia ancora troppo piccolo per visualizzarne il battito? E che quindi la gravidanza sia iniziata dopo rispetto invece a ciò che avevamo calcolato? Oppure è più verosimile un aborto interno? La ringrazio anticipatamente per la sua risposta.
Anna Maria Marconi
Anna Maria Marconi

Gentile signora, è ancora presto per essere certi di cosa stia succedendo: in un embrione di meno di 6 mm il battito potrebbe non essere ancora visibile. È quindi necessario attendere un’altra settimana per verificare se il battito finalmente compare. Il fatto che l’embrione sia cresciuto è certamente un buon segno e probabilmente il fatto che stia ancora allattando ha scombussolato un po’ gli ormoni e la gravidanza è in verità insorta più tardi di quanto lei creda. Cari saluti.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Sono davvero a rischio di diabete gestazionale?

01/12/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Gianni Bona

Quando si inizia la gravidanza in una condizione di obesità e, in più, si aumenta di peso rapidamente già a partire dal primo trimestre il rischio di sviluppare il temibile diabete gestazionale diventa alto, soprattutto se l'esame della curva da carico di glucosio evidenzia un'iperproduzione di insulina....  »

Donna Rh negativo: anche dopo un aborto si sviluppano anticorpi contro il sangue Rh positivo?

30/11/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Esiste un esame che permette di appurare se la donna ha sviluppato anticorpi contro il fattore Rh positivo: si chiama Test di Coombs indiretto e si esegue come un normale prelievo di sangue.  »

Pap test in gravidanza: conviene farlo?

28/11/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Posto che è il ginecologo curante a dover decidere l'intervallo di tempo tra un pap test e l'altro, in base al risultato ottenuto l'ultima volta che è stato effettuato, in generale non occorre farlo in gravidanza, se sono passati meno di tre anni dall'ultimo.   »

Fai la tua domanda agli specialisti