Linfonodi ingrossati e tosse

Dottoressa Alessia Bertocchini
A cura di Dottoressa Alessia Bertocchini
Pubblicato il 04/09/2019 Aggiornato il 04/09/2019

Qualsiasi malattia può provocare l'ingrossamento dei linfonodi, che può permanere anche er un certo periodo dopo la guarigione.

Una domanda di: Liliana
Grazie dottoressa. Un’altra domanda. Il bambino non ha febbre, è super attivo… Ha solo l’influenza da 10 giorni con tosse. Può essere che i linfonodi ascellari sono ancora gonfi per questo motivo?
Dottoressa Alessia Bertocchini
Dottoressa Alessia Bertocchini

Gentile signora,
è verosimile che l’ingrossamento dei linfonodi sia dovuto al virus respiratorio che ha causato la tosse e che, comunque, si può escludere sia quello influenzale visto che la stagione dell’influenza non è ancora iniziata. Non posso tuttavia rassicurarla del tutto, perché non ho modo di visitare il bambino e quindi posso esprimermi solo in base a quanto lei mi riferisce. Le consiglio di far vedere il bambino dal suo pediatra. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Lavaggi nasali: servono davvero?
23/10/2019 Gli Specialisti Rispondono

I lavaggi nasali rivestono grande utilità non già per uccidere il virus del raffreddore, ma per facilitare la pulizia del naso e favorire la fluidificazione, quindi, l'eliminazione del muco.   »

Prevenire tosse e raffreddore si può?
21/10/2019 Gli Specialisti Rispondono

Nei primi anni di vita le infezioni respiratorie, come tosse e raffreddore, sono lo scotto da pagare alla socializzazione.   »

Vaccino antivaricella: va fatto agli altri bimbi se c’è in casa un piccolissimo
14/10/2019 Gli Specialisti Rispondono

I bambini che frequentano l'asilo dovrebbero essere vaccinati (anche) contro la varicella, per scongiurare il rischio di ammalarsi e contagiare un fratellino nato da poco.   »

Fai la tua domanda agli specialisti