Lividi in una bimba di due anni

Dottor Leo Venturelli A cura di Dottor Leo Venturelli Pubblicato il 15/04/2019 Aggiornato il 15/04/2019

La comparsa frequente di lividi sulla pelle deve suggerire di effettuare alcuni esami del sangue, allo scopo di escludere la presenza di un problema.

Una domanda di: Gabriele
Salve, la contatto perché da un po’ di tempo a mia figlia vengono fuori dei lividi che si presentano sempre e solo tra le cosce, solo una volta le si è formato all’altezza della vita, comunque sempre dopo poche ore scompaiono.
Il fatto che giocando e arrampicandosi, scendendo dal letto si possano subire piccoli urti e strofinamenti può essere motivo di lividi ma come diceva il nostro medico si possono fare esami di piastrine ed emocromo.
Mia figlia ha 2 anni e 2 mesi e vorrei sapere se bisogna fare altri esami ematici per sapere se vi sono problemi di trombocitopenia, leucemia.
Atttendo sua cortese risposta. Grazie.
Leo Venturelli
Leo Venturelli

Caro papà,
davanti alla frequenza di lividi sulla pelle è giustificato eseguire gli esami prescritti dal curante (emocromo + formula con conta piastrinica), cui aggiungerei fibrinogeno, tempo di protrombina e di tromboplastina parziale. Mi auguro che si tratti solo di fragilità capillare. Mi tenga aggiornato, se lo desidera. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Continue infezioni delle vie urinarie: che fare?

27/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Nel caso in cui si vada incontro a numerose infezioni delle vie urinarie diventa necessario rivolgersi a uno specialista in urologia o uro-ginecologia per farsi indicare il percorso terapeutico più efficace e, quindi, risolutivo.   »

Tutti figli maschi: casualità o genetica?

24/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Paolo Gasparini

Ogni fecondazione costituisce una storia a sé e ogni volta si hanno le stesse probabilità di concepire un maschio o una bambina. È, dunque, sempre il caso a "tirare i dadi".  »

Concepimento: dopo due mesi non si è ancora verificato, c’è da preoccuparsi?

16/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Non fa bene alla fertilità di coppia farsi prendere dall'ansia del risultato immediatamente dopo aver deciso di avere un figlio. Non è, infatti, automatico che la gravidanza inizi quando viene decisa, ma questo non è affatto preoccupante.  »

Fai la tua domanda agli specialisti