Ma davvero va tutto bene?

Professoressa Anna Maria Marconi A cura di Professoressa Anna Maria Marconi Pubblicato il 02/03/2021 Aggiornato il 02/03/2021

Si può avere la certezza che il ginecologo dice la verità, se durante la visita di controllo assicura che il bambino sta bene.

Una domanda di: Giuly
Ho fatto l’eco di controllo dalla mia ginecologa a circa 11+3 e ha rilevato un feto vitale di circa 4.5 cm. La settimana successiva, ieri, a 12+3 ho effettuato l’eco per traslucenza nucale che é risultata:
Battito fetale : 169
CRL: 56mm (ha effettuato la misurazione 4 volte dicendo che ogni volta si guadagnavano mm in quanto era un po’ insaccato e non bello steso)
TN: 0.9
Della TN e del battito sono molto felice, si muoveva bene. L’unica cosa che mi preoccupa é la lunghezza. Si trova ora nel 12 percentile (dove la media é dal 5 al 95 percentile) la dottoressa sostiene che probabilmente arriviamo ai 6 cm continuando a misurare e in qualsiasi caso ha detto che andava bene.
Ovviamente sarei stata più contenta trovandomi al 50 percentile anziché nel 12. Già alla prima eco la ginecologa aveva detto che potevo essere indietro di 2 giorni circa ma che non cambiava nulla. È motivo di preoccupazione la misura o posso stare tranquilla? Questa eco era un po’ l ultimo scoglio prima di tranquillizzarmi un po’.
Mille grazie.
Anna Maria Marconi
Anna Maria Marconi

Gentile signora, è assolutamente necessario che lei si tranquillizzi. Da quello che mi scrive io evinco due cose importantissime e tranquillizzanti: la gravidanza sta evolvendo normalmente e la translucenza nucale è normale. Tutto il resto è irrilevante. Man mano che la gravidanza procederà, le misurazioni del bambino diventeranno più attendibili (diametri della testa e dell’addome e lunghezza degli arti prese singolarmente). Del resto le posso garantire che se ci fosse 1qualcosa che non va la ginecologaglielo avrebbe detto. Non avrebbe alcuna ragione di dirle che va tutto bene se non è vero. Del resto il bambino rientra pienamente nella normalità che è tra il 5° e il 95° percentile Quindi stia serena: è quanto di meglio può fare per se stessa e per il bambino. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Vaccini tetravalente ed esavalente e possibili effetti indesiderati

06/04/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

Qualsiasi vaccino dà luogo a effetti indesiderati che comunque sono molto meno gravi di quanto potrebbero essere le conseguenze della malattia contro cui vengono effettuati.  »

Bimbo che vuole mangiare solo pochi alimenti

27/03/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Luisa Vaselli

Occorre stare molto attenti a non trasformare l'ora dei pasti in un momento in cui il bambino tiene in pugno tutta la famiglia e il modo migliore per evitarlo, favorendo un rapporto sereno con il cibo, è mostrare indifferenza se rifiuta una cibo e zero esultanza se, invece, lo mangia.   »

Smettere di allattare e sensi di colpa

27/03/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Le mamme sono specializzate in sensi di colpa, ma forse riuscirebbero a nutrirne di meno se solo acquisissero la consapevolezza che la tristezza e l'ansia che ne derivano non fanno bene alla serenità del bambino.   »

Fai la tua domanda agli specialisti