Mal di gola che si ripresenta nonostante l’antibiotico

Dottor Stefano Geraci A cura di Dottor Stefano Geraci Pubblicato il 08/05/2024 Aggiornato il 08/05/2024

Se il mal di gola non è di origine batterica non può essere debellato dall'antibiotico che, appunto, agisce solo sui batteri.

Una domanda di: Manuela
Mio figlio 9 anni ha avuto mal di gola per circa una settimana, non era fortissimo infatti lui stava bene ma siccome non passava l’ho fatto visitare dal pediatra che gli ha trovato una piccola placchetta, fatto tampone streptococco che risultava negativo… mi ha detto di dargli antinfiammatorio e se non passava dopo un paio di giorni l’antibiotico.
Non è passato del tutto e gli ho dato antibiotico per 6 giorni come consigliato dal pediatra (augumentin). Ora, dopo una settimana dalla fine dell antibiotico, mi ha detto che gli fa un pochino male la gola da un lato. Ovviamente sono preoccupata perché non era mai successo…mi sembra strano a distanza di così poco tempo dall’antibiotico.
Stefano Geraci
Stefano Geraci

Cara signora,
visto che il tampone era negativo non so perché è stato prescritto al bambino l’antibiotico (non posso entrare nel merito dell’operato di un collega, che evidentemente aveva le sue ragioni, che però deve chiedere a lui). Non essendo il mal di gola di origine batterica è ovvio che l’antibiotico non ha agito, visto che appunto cura le infezioni batteriche. Il mal di gola di suo figlio aveva probabilmente un’origine virale (la presneza di una placca non esprime con certezza l’origine batterica) come credo sia anche questa volta. Non meraviglia che il mal di gola si sia ripresentato a distanza di poco, in quanto le ricadute delle infezioni virali in questo periodo, complici il mal tempo e gli importanti sbalzi di temperatura, sono all’ordine del giorno. Direi che se non c’è febbre e il bambino non ha altri sintomi, escluso il fastidio in gola, di non fare nulla di particolare, se non qualche gargarismo con acqua e bicarbonato. Succhiare una caramella medicata può aiutarlo a superare il fastidio così come bere spesso. Quello che conta è che stia complessivamente bene, abbia appetito, non sia abbattuto. Se invece la febbre dovesse salire lo faccia rivalutare dal pediatra. Cordialmente.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Piccolissima che non gradisce il cambio del latte

17/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Migliori

Il sapore e la consistenza di un nuovo tipo di latte possono non essere accettati subito di buon grado dal neonato ed è per questo che è consigliabile che il cambiamento avvenga con gradualità, iniziando con una sola poppata.   »

Si può ridatare la gravidanza una seconda volta?

14/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La ridatazione ecografica può essere eseguita una volta sola nel primo trimestre (quando c'è più di una settimana di differenza tra il calendario ostetrico e le dimensioni effettive del feto), dopodiché se il bambino risulta più piccolo dell'atteso non si può più attribuire il dato a un concepimento...  »

Distacco: si deve stare a riposo assoluto?

11/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Stare a letto non solo non serve a cambiare in meglio il destino di una gravidanza ma può addirittura rivelarsi dannoso in quanto favorisce la formazione di trombi e peggiora notevolmente il tono dell'umore.   »

Fai la tua domanda agli specialisti