Mal di testa in un adolescente

Dottor Leo Venturelli A cura di Dottor Leo Venturelli Pubblicato il 23/03/2021 Aggiornato il 23/03/2021

Il tipo di vita che gli adolescenti sono costretti a condurre a causa della pandemia può essere fonte di una tensione emotiva tale da trasformarsi in un possibile fattore responsabile (o corresponsabile) della comparsa di cefalea.

Una domanda di: Letizia
Scrivo per mio figlio adolescente che ha 14 anni.
Circa 20 giorni fa ha accusato un forte mal di testa con intensità
altalenante per 4 giorni. Dopo il mal di testa è regredito e sono comparsi
dei giramenti di testa che perdurano ancora attualmente. Sottoposto a
prelievo ematico, visita oculistica e otorino e a prove dello stato
neurologico.Tutte regolari. Quale la possibile causa?
La ringrazio.
Leo Venturelli
Leo Venturelli

Gentile signora,
il mal di testa in un adolescente può avere molte cause sia di origine organica sia di tipo psico-ambientale. In questo periodo la stessa malattia COVID può presentarsi con la cefalea. La cosa migliore da fare in caso di capogiri è quella di far mantenere al ragazzo una alimentazione corretta, ricca di sali minerali e un ritmo regolare di vita con particolare attenzione al sonno notturno, che è importante sia sufficiente e non inizi a notte fonda, ma entro le 22-22.30. Da non sottovalutare le ore che i nostri adolescenti passano davanti ad uno schermo sia tablet, cellulare o computer. La tensione emotiva generata dall’impossibilità di muoversi di casa, di frequentare gli amici e anche di andare a scuola può essere un altro fattore scatenante. Inoltre in questo periodo i ragazzi non possono fare sport, il che non aiuta. Tenga presente che ci sono alimenti che possono agire da fattori scatenanti in soggetti predisposti al problema: insaccati, cibi in scatola, formaggi stagionati, cioccolata, di cui è dunque meglio ridurre il consumo.
Comunque è sempre importante sondare altri disturbi associati e mantenere un contatto col medico per valutare eventualmente il da farsi. Cari saluti.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Fimosi dei maschietti: agire con cautela e cognizione di causa è d’obbligo!

04/08/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Alessia Bertocchini

Paradossalmente può essere la manovra che a volte si esegue per favorire lo scorrimento del prepuzio sopra il glande a ostacolare la risoluzione spontanea della fimosi, quindi a peggiorarla.  »

Menarca a 10 anni: è preoccupante?

03/08/2021 Gli Specialisti Rispondono di Professor Gianni Bona

La prima mestruazione a 10 anni non è un fenomeno significativo dal punto di vista medico, mentre lo è il sovrappeso che probabilmente ne ha favorito la comparsa.   »

In ansia per quello che non mangerà alla scuola materna

31/07/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

All'asilo i bambini tendono ad accettare di buon grado pietanze che a casa respingono, per imitare i coetanei. L'ingresso in comunità sotto il profilo dell'alimentazione è spesso provvidenziale.   »

Fai la tua domanda agli specialisti