Mal di testa resistente agli antidolorifici

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 13/02/2018 Aggiornato il 13/02/2018

Una cefalea che non passa con i comuni antidolorifici potrebbe anche essere in relazione con l'assunzione della pillola. prima di tutto si deve però escludere l'ipertensione. Comunque sia, non si può affrontare con il fai-da-te.

Una domanda di: Milena
Salve sono una donna di 33 anni e soffro da un paio di mesi di mal di testa
frontale e alle tempie… Se mi sdraio il pomeriggio peggiora: pulsa! E’ come mi
schiacciassero la fronte..tutto il giorno quel male fastidioso! Sto prendendo la
pillola azalia..gli andidolorifici fanno poco! Soffro anche di problemi
reumatici …

Elisa Valmori
Elisa Valmori

Salve signora, in presenza di una cefalea fastidiosa come quella che descrive, il primo consiglio è quello di monitorare la sua pressione arteriosa (in alcuni casi, la cefalea è il primo sintomo dell’ipertensione arteriosa).
In secondo luogo, dal momento che sta assumendo Azalia e che tra gli effetti collaterali comuni (ossia, che possono interessare 1 persona su 10) è riportata anche la cefalea, vale certamente la pena di consultare il suo ginecologo curante per discutere insieme una eventuale contraccezione alternativa ad Azalia.
Infine, potrebbe essere utile (a giudizio del suo medico curante) effettuare una visita dal neurologo per indagare meglio questa cefalea che non risponde agli anti-dolorifici.
Spero di esserle stata utile, cordialmente.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

L’amore per la mamma è “automatico”?

01/03/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

L'amore che un piccolissimo prova per la madre è legato al fatto che è la madre a prendersi principalmente cura di lui.  »

Sull’intervallo tra due vaccini vivi attenuati

22/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

La somministrazione di due vaccini vivi attenuati a una distanza inferiore alle 4 settimane può compromettere l'efficacia del secondo vaccino.  »

Iperattivita e prodotti omeopatici

16/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

L'iperattività (se di iperattività si tratta davvero) è segno di una malattia seria, non si può pensare di affrontarla con il fai-da-te.   »

Fai la tua domanda agli specialisti