Mancato accollamento deciduo-coriale e sanguinamento

Professoressa Anna Maria Marconi A cura di Professoressa Anna Maria Marconi Pubblicato il 17/02/2021 Aggiornato il 17/02/2021

Solo con il trascorrere del tempo si può stabilire se la gravidanza potrà giungere a termine, nonostante la presenza di un'alterazione. Ma le probabilità che tutto vada per il meglio giocano a favore.

Una domanda di: Alice
Salve, vorrei avere qualche chiarimento in merito alla situazione che sto vivendo. Sono finita in Pronto Soccorso alla 9+2 settimana per delle perdite rosa senza dolore pelvico, dalla visita è emersa un’area di mancato accollamento deciduo-coriale delle dimensioni di 27mmX14mm, con CRL 21mm. Mi è stata consigliata l’assunzione di Progeffik 200 mg, 1 ovulo la sera prima di coricarmi e mi è stato raccomandato di tornare in urgenza al PS se avessi avuto perdite ematiche a carattere emorragico. Purtroppo, 3 giorni dopo la visita ho avuto un episodio di perdita di sangue rosso vivo, e immediatamente dopo questa perdita si è verificata un’espulsione di un grumo di sangue solidificato di colore scuro che mi ha fatto pensare al peggio. Ho cercato di tranquillizzarmi ritornando al Pronto Soccorso per valutare questa situazione che mi è parsa davvero critica, dall’ecografia è stato visualizzato il piccolino con attività cardiaca presente. Ed è stata riconfermata la presenza dell’area di mancato accollamento deciduo-coriale di circa 26mmX18mm, con CRL 25 mm, rispetto al controllo precedente. Non mi hanno dato spiegazioni di quale potrebbe essere stata la causa di questa perdita abbondante. Ora come ora non sono per niente tranquilla, ed ogni volta che mi reco in bagno sono perennemente in ansia. La mia gravidanza è ad alto rischio aborto? Posso avere le speranze che tutto possa risolversi e la gravidanza possa continuare senza problemi?
Anna Maria Marconi
Anna Maria Marconi

Gentile signora, purtroppo per tranquillizzarla posso solo dirle che in linea di massima solo circa il 10% delle gravidanze che manifestano perdite di sangue nel primo trimestre finiscono poi per interrompersi entro 20 settimane. Quindi capisco la sua ansia ma non resta altro da fare che seguire la situazione nel tempo. Fino a quando il distacco non sarà completamente scomparso con l’accollamento deciduo coriale, si potranno manifestare delle perdite del sangue provenienti dall’area di distacco, che possono comunque diventare progressivamente più scure fino a scomparire. Quindi, rovesciando il punto di vista sulle probabilità, le possibilità che la gravidanza proceda fino al termine sono di gran lunga superiori a quelle che la gravidanza si interrompa. Mi tenga aggiornata, se le fa piacere. Cari saluti.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

L’amore per la mamma è “automatico”?

01/03/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

L'amore che un piccolissimo prova per la madre è legato al fatto che è la madre a prendersi principalmente cura di lui.  »

Sull’intervallo tra due vaccini vivi attenuati

22/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

La somministrazione di due vaccini vivi attenuati a una distanza inferiore alle 4 settimane può compromettere l'efficacia del secondo vaccino.  »

Iperattivita e prodotti omeopatici

16/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

L'iperattività (se di iperattività si tratta davvero) è segno di una malattia seria, non si può pensare di affrontarla con il fai-da-te.   »

Fai la tua domanda agli specialisti