Maschio secondo il test del Dna fetale, invece è una bambina

Dottoressa Sara De Carolis A cura di Dottoressa Sara De Carolis Pubblicato il 20/01/2020 Aggiornato il 20/01/2020

In caso di discrepanze per quanto riguarda il sesso del bambino tra quanto segnala il risultato dell'indagine sul Dna fetale e l'ecografia, possono fare chiarezza altri controlli ecografici.

Una domanda di: Simona
Salve dottoressa, le scrivo in quanto mi è sorto un dubbio. Sono a 16 settimane di una gravidanza fisiologica partita come gemellare (putroppo il cuoricino dell’altro embrione si è fermato a 8 settimane). A 12 settimane il ginecologo durante l’ecografia ha sospettato si trattasse di una femminuccia cosa che mi ha confermato anche all’ultimo controllo avvenuto pochi giorni fa ( i controlli sono un po’ più frequenti in quanto mi è stata riscontrata una gravidanza a rischio) . Ma dal test del DNA fetale fatto il giorno seguente alla translucenza nucale dal referto risulta in realtà essere un maschietto… fin qui ci può stare, nel senso che maschio o femmina a me importa stia bene, però mi è sorto un dubbio… io presento ancora la camera gestazionale dell’altro embrione che non si è assorbita anzi dall’ultimo controllo è addirittura cresciuta, potrebbe questo influire sul test? È possibile che attraverso il mio sangue circoli anche il dna del piccolino che non ce l’ha fatta? Quindi risulta essere un maschietto anche se dall’eco non presenta i genitali maschili? E se così fosse che il test si è sbagliato, come si stabilisce la veridicità del risultato relativo al corredo genetico basato sui 23 cromosomi?
Sara De Carolis
Sara De Carolis

Cara signora,
la quantità di cellule circolanti nel sangue materno di una gravidanza evolutiva, rispetto ad una gravidanza che si è interrotta, è di gran lunga superiore. Credo inoltre che il laboratorio sia stato informato sulla sua condizione. In merito, pertanto, alla discrepanza tra eco e risultato dell’analisi del Dna fetale, per la determinazione del sesso, è opportuno approfondire. Essendo una “gravidanza a rischio” ci sarà modo nei prossimi controlli di puntualizzare al meglio la situazione, di verificare cioè cosa può essere accaduto. Fermo resta che quando l’ecografista comunica il sesso del bambino significa che lo ha visualizzato. Mi tenga aggiornata, se lo desidera. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto



Concorso riparti con catrice 2020

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Sovrappeso: è di ostacolo alla fertilità? Assolutamente sì

29/06/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Molti chili di troppo interferiscono sull'attività delle ovaie, a volte al punto da causare la formazione di ovociti difettosi, che non possono essere fecondati.   »

Stereotipie o conseguenze del lockdown?

29/06/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dott. Leonardo Zoccante

E' verosimile che i forti cambiamenti imposti dall'isolamento a cui ha costretto la pandemia abbiano influito sul comportamento dei bambini, tuttavia ci sono manifestazioni anomale che potrebbero essere spia di altro.   »

Coronavirus: indebolito o no? E le scuole riapriranno?

12/06/2020 Gli Specialisti Rispondono di Professor Matteo Bassetti

Il Sars-CoV-2 è andato senza dubbio incontro a modificazioni che l'hanno reso meno aggressivo. Così è verosimile che a settembre bambini e adolescenti potranno (finalmente) tornare a scuola.  »

Fai la tua domanda agli specialisti