Materiale embrionale a livello dei testicoli rilevato in un bimbo di 18 mesi

Dottoressa Faustina Lalatta A cura di Dottoressa Faustina Lalatta Pubblicato il 16/02/2024 Aggiornato il 16/02/2024

La complessità di certe situazioni deve essere affrontata da un team di specialisti che operano "in presenza" in un centro multidisciplinare, e non può dunque essere analizzata a distanza, senza avere la possibilità di raccogliere le numerose informazioni necessarie per fare diagnosi e previsioni.

Una domanda di: Laura
Mio figlio di 18 mesi ha subito un intervento di orchidopessi ma alla fine dell’intervento ci hanno comunicato che non hanno trovato un testicolo sano o atrofizzato ma hanno asportato del materiale embrionale. Ci hanno comunicato che esso sarebbe stato mandato ed analizzato in laboratorio con un campione di sangue del piccolo. Ora i risultati sono pronti, ci vogliono vedere per comunicarli facendo un ulteriore prelievo al bimbo con esami ormonali specifici e anche un test genetico. Vorrei sapere cosa comporta del materiale embrionale che oltretutto è stato asportato tutto e da cosa può esser dipeso. Al controllo post operatorio il chirurgo ci ha detto che il materiale asportato sembrava un ovaio e l’istologico ha infatti confermato essere materiale embrionale. Il campione di sangue prelevato poi ha evidenziato la presenza di un cromosoma 45 X 0 e ci hanno spiegato che vanno fatti annualmente controlli per vedere che il testicolo sano non si comprometta. Mio figlio ha appunto 18 mesi: cosa comporta questa disgenesia gonadica? Lui cresce normalmente, è sempre stato definito “lungo” (noi genitori siamo alti) ma leggo in internet un sacco di notizie relative al fatto che possa non svilupparsi adeguatamente. Il chirurgo ci ha fissato un colloquio oltre che con il genetista dell’ospedale un colloquio con un endocrinologo specializzato in questa patologia. Spero di essermi spiegata. Cordialmente.
Faustina Lalatta
Faustina Lalatta

Gentile signora,
la ringrazio per la fiducia. Il quesito che lei pone, relativo alla causa della irregolare struttura del tessuto gonadico del suo bambino, non può essere affrontato con questo mezzo di comunicazione, cioè non “da remoto”. Da ciò che descrive mi rendo conto che, fortunatamente, è seguita presso un Centro multidisciplinare dove troverà tutte le risposte di cui ha giustamente bisogno. In particolare il commento del riscontro cromosomico, che sarà affrontato dalla genetista pediatra. La incoraggio ad interagire solo con gli specialisti che stanno seguendo il percorso della diagnosi e del programma di sorveglianza. Vedrà che piano piano i dubbi si chiariranno e lei si sentirà sempre più tranquilla conoscendo bene il significato dei diversi esami. Nel frattempo il suo bambino crescerà seguendo tutte le normali tappe di sviluppo!
Cordiali saluti.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Placenta bassa in 16^ settimana: si può prendere l’aereo?

08/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Una sospetta inserzione bassa della placenta va confermata con l’ecografia transvaginale a partire dalla 20^ settimana, quindi circa un mese prima di questa data è prematuro diagnosticarla: proprio per questo un viaggio in aereo si può affrontare senza rischi.   »

Dopo tre cesarei si può partorire naturalmente?

08/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Al travaglio di prova dopo un parto cesareo, noto con l'acronimo TOLAC dall'inglese trial of labour after cesarean, possono essere ammesse solo le mamme che abbiano già affrontato l'intervento solo una, massimo due volte.   »

Manovre effettuate durante l’ecografia: possono causare danno al feto?

04/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giovanni Battista Nardelli

Nessuna delle manovre manuali esterne effettuate dal medico per poter svolgere l'ecografia nel migliore dei modi può esporre il feto a rischi.   »

Bimbo di 4 anni con una tosse che non passa nonostante l’antibiotico

02/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

È un'eventualità frequente che i bambini della scuola materna passino più tempo a tossire che il contrario. Posto questo, l’antibiotico andrebbe usato quanto la tosse con catarro persiste per più di un mese senza tendenza alla remissione.  »

Fai la tua domanda agli specialisti