Maternità e diritto alle mensilità aggiuntive

Avvocato Alessandro Lacchini A cura di Avvocato Alessandro Lacchini Pubblicato il 17/07/2023 Aggiornato il 17/07/2023

In linea di principio, durante il periodo di astensione obbligatoria e anticipata ogni lavoratrice ha diritto a percepire dall’INPS un'indennità pari all’80% della retribuzione media giornaliera relativa al mese immediatamente precedente all’inizio della maternità, oltre all’80% del rateo mensile di tredicesima e quattordicesima spettante.

Una domanda di: Marialucia
Buongiorno, È da gennaio che sono a casa in maternità anticipata e adesso sono entrata in quella obbligatoria che dovrebbe durare fino a settembre circa. Volevo capire se la 13 e la 14 mensilità mi verranno corrisposte rispettivamente a giugno e dicembre perché nel cedolino della mia busta paga non trovo nessuna voce di Rateo 13 ne Rateo 14. La ringrazio, buona giornata.
Alessandro Lacchini
Alessandro Lacchini

Gentile Signora, per fornire una risposta più precisa, sarebbe necessario disporre di maggiori dati. In linea di principio, durante il periodo di astensione obbligatoria e anticipata ogni lavoratrice ha diritto a percepire dall’INPS un’indennità pari all’80% della retribuzione media giornaliera relativa al mese immediatamente precedente all’inizio della maternità, oltre all’80% del rateo mensile di tredicesima e quattordicesima spettante ai sensi del C.C.N.L. applicato. L’importo – costituito dall’80% della retribuzione mensile e da 1/12 dell’80% della tredicesima e della quattordicesima – viene anticipato, di regola, dal datore di lavoro, che lo riceve dall’INPS. A tali importi si aggiungerà il 20% della retribuzione e dei ratei, qualora ciò sia previsto dal CCL applicato. L’erogazione dell’80% dei ratei di tredicesima e quattordicesima può avvenire mensilmente, in aggiunta all’80% della retribuzione, e non sempre è indicata in busta con una voce separata. Per questo motivo è possibile che i ratei siano stati già erogati, ma Lei non li vede nel cedolino. Potrebbe però anche essere che la quota di competenza INPS sia pagata insieme alla differenza a carico del datore di lavoro alle ordinarie scadenze (rispettivamente giugno e di dicembre). Esamini con attenzione i cedolini per verificare in quale delle ipotesi ricade, fermo restando che le due voci, se previste dal CCNL applicato, sono dovute sia nel periodo di maternità obbligatoria che in quello di maternità anticipata. Cordialmente.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Piccolissima che non gradisce il cambio del latte

17/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Migliori

Il sapore e la consistenza di un nuovo tipo di latte possono non essere accettati subito di buon grado dal neonato ed è per questo che è consigliabile che il cambiamento avvenga con gradualità, iniziando con una sola poppata.   »

Si può ridatare la gravidanza una seconda volta?

14/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La ridatazione ecografica può essere eseguita una volta sola nel primo trimestre (quando c'è più di una settimana di differenza tra il calendario ostetrico e le dimensioni effettive del feto), dopodiché se il bambino risulta più piccolo dell'atteso non si può più attribuire il dato a un concepimento...  »

Distacco: si deve stare a riposo assoluto?

11/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Stare a letto non solo non serve a cambiare in meglio il destino di una gravidanza ma può addirittura rivelarsi dannoso in quanto favorisce la formazione di trombi e peggiora notevolmente il tono dell'umore.   »

Fai la tua domanda agli specialisti