Mestruazioni che non arrivano: gravidanza o stress?

Dottor Claudio Ivan Brambilla A cura di Dottor Claudio Ivan Brambilla Pubblicato il 27/01/2021 Aggiornato il 27/01/2021

Se si hanno rapporti sessuali non protetti vi è sempre la possibilità che l'amenorrea (mancato arrivo delle mestruazioni) sia dovuta a una gravidanza più che allo stress, che pure influisce sulla regolarità del ciclo mensile.

Una domanda di: GL
Il giorno 13 dicembre ho assunto la pillola del giorno dopo e dopo 9 giorni
ho avuto le mestruazioni in anticipo di 14 giorni. Ho fatto il test il 30
dicembre con esito negativo. Le mestruazioni sarebbero dovute arrivarmi il
24 gennaio e ad oggi 27 gennaio ancora niente. Ieri 26 gennaio ho fatto un
test con esito negativo. Dal vecchio ciclo ad oggi ho avuto 2 rapporti con
coito interrotto. Ho sintomi che sono piccoli crampi alle ovaie e sotto la
pancia e seno gonfio e fastidio ai capezzoli. Secondo voi può essere l’inizio
di una gravidanza o le mestruazioni sono in ritardo per la piccola la del
giorno dopo assunta a dicembre e anche lo stress e l’ansia che influisce?

Claudio Ivan Brambilla
Claudio Ivan Brambilla

Gentile signora,
il contraccettivo di emergenza per sua caratteristica può alterare il ciclo
mensile. La mestruazione può cioè presentarsi in anticipo o in ritardo di
alcuni giorni rispetto al previsto. In una piccola percentuale di donne le
mestruazioni anticipano (di norma di circa una settimana), in circa il 20%
delle donne si verifica un ritardo di più di 7 giorni che, in alcuni casi,
può superare i 20 giorni. Questo vale però per quanto concerne la
mestruazione successiva all’assunzione della pillola, che in lei si è
manifestata. Dopodiché, cioè dopo l’arrivo di una mestruazione, quindi nel
corso di un nuovo ciclo mestruale, ha avuto altri due rapporti a rischio
quindi certamente una gravidanza può essere iniziata e l’unico modo per
saperlo, dato che purtroppo io non possiedo doti da indovino ma sono solo un
ginecologo, è eseguire il test di gravidanza: basta quello fai-da-te che si effettua sulle urine. Per quanto riguarda l’ansia e lo stress, è vero che hanno una loro influenza sulla regolarità del ciclo: mi auguro che siano dovuti non già alla preoccupazione di essere incinta ma ad altre ragioni.
Diversamente sarebbe inspiegabile il motivo per la quale, pur non volendo
una gravidanza, si espone continuamente all’eventualità di concepire un
bambino anziché adottare un metodo contraccettivo. A questo proposito, se
dovesse decidere (come le consiglio vivamente di fare) si confronti con il
suo ginecologo.
Cari saluti.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

L’amore per la mamma è “automatico”?

01/03/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

L'amore che un piccolissimo prova per la madre è legato al fatto che è la madre a prendersi principalmente cura di lui.  »

Sull’intervallo tra due vaccini vivi attenuati

22/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

La somministrazione di due vaccini vivi attenuati a una distanza inferiore alle 4 settimane può compromettere l'efficacia del secondo vaccino.  »

Iperattivita e prodotti omeopatici

16/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

L'iperattività (se di iperattività si tratta davvero) è segno di una malattia seria, non si può pensare di affrontarla con il fai-da-te.   »

Fai la tua domanda agli specialisti