Non resto incinta: può essere endometriosi?

Dottor Claudio Ivan Brambilla
A cura di Dottor Claudio Ivan Brambilla
Pubblicato il 12/10/2018 Aggiornato il 12/10/2018

La presenza di tessuto di rivestimento della cavità uterina (endometrio) in altre sedi (per esempio, nelle ovaie o nelle tube) può essere accertata attraverso un'ecografia.

Una domanda di: Barbara
La prima volta sono rimasta incinta, ma non riesco più a restare incinta: è possibile che soffra di endometriosi?
Claudio Ivan Brambilla
Claudio Ivan Brambilla

Gentile signora,
io la ringrazio per la stima che ripone in noi medici, ma le assicuro che rispondere alla sua domanda almeno con un minimo di attendibilità è impossibile. Mi spiego meglio: tra le cause dell’incapacità di dare inizio a una gravidanza c’è anche l’endometriosi, ma io non ho alcun modi di stabilire se è questo il suo problema in quanto non ho modo di visitarla né di fare un’ecografia. In più, lei non mi dice nulla della sua età, né di eventuali sintomi (ha dolore durante le mestruazioni? prova fastidio durante i rapporti sessuali?) né da quanto sta tentando di dare inizio a una gravidanza (perché un conto è, poniamo, un anno un altro conto sono due-tre mesi) e questo rende ancora più difficile azzardare qualsiasi ipotesi. Il mio consiglio è dunque quello di fissare un appuntamento con il suo ginecologo: il collega riuscirà senz’altro a focalizzare la ragione per la quale questo bimbo che lei desidera non si annuncia, attraverso indagini mirate. Tanti cari saluti.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.


Scrivi a: Claudio Ivan Brambilla
Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Si ammala spesso: è normale che accada?

Febbre, tosse, raffreddore frequenti sono lo scotto che i bambini pagano alla socializzazione. Non sono preoccupanti: alla fine, nonostante questo, crescono tutti forti e sani. L'unica condizione che deve preoccupare davvero perché espone a pericoli è l'obesità: il resto passa senza conseguenze.   »

Anti pneumococco e anti rotavirus: sono importanti?

E' una fortuna per i nostri bambini poter essere vaccinati contro malattie che potrebbero avere conseguenze gravissime. E il timore che fare più vaccinazioni insieme possa non essere opportuno è infondato, come lo è ritenere qualche vaccinazione meno utile di altre.  »

Ma cos’è l’autosvezzamento?

Il neologismo "autosvezzamento" è spesso fonte di fraintendimenti o, comunque, confonde le mamme che devono iniziare a proporre le prime pappe. In realtà è una pratica molto più semplice rispetto a quello che in genere si pensa (ma anche un po' utopistica).   »

Fai la tua domanda agli specialisti