nikeva

Dottor Antonio Vischi A cura di Dottor Antonio Vischi Pubblicato il 24/05/2012 Aggiornato il 01/08/2018

Risponde: Dottor Antonio Vischi

Una domanda di: nikeva
Salve dottore,

ho una bimba di 20 mesi che da molto tempo ormai (mesi) ha secrezioni gialle
che le escono da un occhietto, e lacrima continuamente … Sotto consiglio
della pediatra ho provato il collirio e la pomata “Tobral” senza alcun
risultato. Due settimane fa inoltre ha voluto darmi un antibiotico associato a
delle gocce da mettere nelle narici perché a parer suo la causa poteva essere il
nasino sempre tappato… Anche in questo caso non è servito a nulla… Ho
tentato anche dei massaggini per “liberare” il dotto lacrimale ma nulla!
Cosa potrebbe essere???
Grazie Bianco Eva

Cara Eva,
continui con i massaggini a carico del sacchetto lacrimale, ma si ricordi che devono essere piuttosto energici!
La dacriocistite del neonato (così si chiama l’ostruzione delle vie lacrimali dei neonati), è il più delle volte una patologia che si risolve spontaneamente nei primi anni di vita.
Se così non fosse, bisognerebbe effettuare un sondaggio delle vie lacrimali per verificare la presenza di eventuali “ostacoli”.

Suo
Antonio Vischi

BimbiSani&belli cercherà la risposta che desideri, consultando fonti autorevoli e attendibili.
Il servizio è riservato ai maggiorenni.


Chiedilo a BimbiSani&Belli
Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Ragazzina di 12 anni con problemi di comportamento

04/05/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

I 12 anni possono essere un'età complicata, ma la pazienza unita a un ascolto attento e affettuoso possono aiutare a fronteggiarli senza troppi scossoni.   »

Fibromi in gravidanza: sono pericolosi?

02/05/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

I fibromi in sé non costituiscono un pericolo per il bambino in utero, tuttavia è importante tenerli monitorati.  »

Embrione che non si vede alla quinta settimana

16/04/2021 Gli Specialisti Rispondono di Professoressa Anna Maria Marconi

Fare un'ecografia troppo presto (prima della settima settimana) non serve a nulla e, in più, è causa di grandi spaventi che ci si potrebbe risparmiare se solo si avesse un po' di pazienza.  »

Fai la tua domanda agli specialisti